Come lavorare da casa

di Gianni Puglisi 0

Come lavorare da casa

“Mal d’ufficio” addio: sono sempre in continuo aumento le persone che scelgono di lavorare da casa ed evitare lunghe code sulle strade, decidendo gli orari in cui dedicarsi al proprio impiego ed imparando così ad essere anche più produttivi e rilassati. Tuttavia, come si suol dire, “non è tutto oro quello che luccica” e per non stressarsi troppo o non sentirsi “sempre chiusi dentro quattro pareti domestiche”, è bene cominciare a seguire la propria personalità ed esigenze e comprendere se è il caso di iniziare la mattina molto presto o terminare tardi e quali ore dedicare al proprio benessere e alla propria vita personale.

Per riuscire ad ottenere risultati brillanti sul lavoro ed essere felici, riuscendo ad avere anche una propria esistenza fuori dalle ore trascorse magati davanti al computer, ecco cosa fare:

  • lavorare da casa può sembrare l’ideale, ma a volte comporta interruzioni, vacanze meno frequenti e orari più lunghi. Imparate ad organizzarvi e a saper dire basta quando è necessario.
  • per avere successo e stare bene imparate a gestire le scadenze, prendere decisioni e ignorare le distrazioni. Ovviamente sarete in grado di ottenere ottimi risultati dopo un periodo di “esperienza”, in questo senso.
  • cercate di sistemarvi in una stanza dove, se sentite rumore provenire dall’esterno, potete chiudere la porta.
  • se la vostra casa è piccola, cominciate a pensare alla possibilità di allestire uno spazio di lavoro esterno e, se dovete accogliere dei clienti, valutate l’ipotesi di affittare un altro locale, se non volete che entrino a contatto con il vostro mondo più personale.
  • sforzatevi di fissare dei limiti fuori dai quali spegnere il computer e dedicarsi alla propria famiglia.
  • se non riuscite a concentrarvi perchè avete da svolgere i lavori domestici, fatevi aiutare dagli altri componenti della famiglia, iniziando a dividere i compiti.
  • se vi piace la musica e non vi distrae, potete mettere un sottofondo rilassante, magari con un pezzo classico che rallegri l’animo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>