Come migliorare il rendimento scolastico nella scuola media

di Gianni Puglisi 0

Come migliorare il rendimento scolastico nella scuola media

La scuola media è un periodo cruciale nella vita di uno studente. Questo è il momento in cui la scuola diventa più difficile e i voti cominciano a contare qualcosa. Si fanno i primi compiti in classe, gli studenti sono invitati ad utilizzare il loro cervello in modo analitico ed intuitivo, ed è dunque importante permettergli di svilupparlo in maniera corretta.

Poiché questo periodo della vita segna il passaggio nel mondo degli adulti delle conoscenze pratiche, il ragionamento e lo studio sono importanti, e per farlo è altrettanto importante coltivare un efficace metodo di apprendimento per imparare meglio le informazioni che ti permettono di capire veramente ciò che si sta studiando. Vediamo come fare.

Fase 1: Creare un ambiente di studio. Molti studenti hanno difficoltà a tenere il passo con gli studi solo perché si sentono frustrati e scomodi quando tentano di studiare. L’ambiente deve permettere una piena concentrazione. La prima cosa che qualsiasi studente apprezza quando studia è una superficie aperta, organizzata come una grande scrivania o tavolo. Una scrivania con cassetti o alcune vaschette di plastica vicino al tavolo gli permetteranno di avere tutte le risorse a portata di mano. Inoltre, un ambiente di studio richiede calma e assenza di distrazioni. Dunque niente tv, lettore CD, snack, ecc. Lasciate queste cose per le pause. Altri fattori che creano un buon ambiente di studio sono una buona illuminazione e l’arredamento confortevole.

Fase 2: Sviluppare un atteggiamento calmo. Studiare richiede anche l’atteggiamento corretto. Siate calmi e pazienti con voi stessi. Provare ad aprire la mente, per quanto possibile, mettendo da parte le altre cose ed eliminare i fattori di disturbo.

Fase 3: Prendere appunti bene (e fare attenzione in classe). La lezione è il momento in cui avviene gran parte dell’apprendimento. Prestare attenzione durante le lezioni significa non imparare tutto da soli a casa, e sviluppare questa capacità sarà sempre più importante nella scuola superiore e all’Università. Alcuni consigli per facilitare l’operazione sono:

  • L’utilizzo di abbreviazioni o simboli per le parole di uso comune (ad esempio mlcl per molecola, x per il per, ecc).
  • Individuare le informazioni più importanti da registrare (idee principali, dettagli necessari).
  • Usare le intestazioni chiare per organizzare le informazioni.
  • Disegni o schemi per evitare di esprimere “concetti visivi” con le parole.

Fase 4: Sviluppare metodi efficaci di memorizzazione. La memorizzazione non è tutto ciò che serve nella scuola media, ma può essere molto utile. Alcune tecniche efficaci sono:

  • Fare liste, specialmente per date e formule;
  • Riassuntini, funzionano come un elenco;
  • Acronimi / acrostici.

Fase 5: Focalizzare l’attenzione sulle aree più importanti e concentrarsi sui propri punti deboli.

Fase 6: Lavorare con gli altri. Mentre le distrazioni sono cattive in un ambiente di studio, studiare in un gruppo o in coppia può essere molto utile, a patto che tutti i soggetti siano concentrati sullo studio. I gruppi di studio permettono allo studente di utilizzare altri studenti come una risorsa. Lavorando insieme, gli studenti possono colmare le lacune l’uno con l’altro e identificarsi con i problemi degli altri nel processo di apprendimento. Possono servire anche per simulare un’interrogazione per porsi domande a vicenda.

Fase 7: Scrittura di un saggio per verificare le proprie conoscenze. Una sorta di simulazione del compito in classe che potrebbe essere utile come esercizio anche più avanti nella vita.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>