Come preparare un bagaglio a mano per un viaggio in aereo

di Marco 0

Come preparare un bagaglio a mano per un viaggio in aereo

Se prendere l’aereo era una cosa piuttosto complicata, dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre del 2001 è diventato quasi un’impresa. Delle nuove regole sono state emanate in tutto il mondo per poter viaggiare in sicurezza, e queste sono ancora più stringenti se si viaggia verso gli Usa.

In particolare, oltre ai documenti soliti (carta d’identità se si viaggia entro i confini europei e passaporto se si va fuori dall’Europa), sono state introdotte delle regole molto ferree e precise in materia di bagaglio a mano. Dopo il salto trovate le nuove norme e i consigli su come e cosa portare a bordo dell’aereo.

Se avete intenzione di viaggiare con dei liquidi, gel o aerosol, dovete sottostare a delle prescrizioni molto precise. Prima di tutto, i contenitori non possono essere superiori a 8 cl, cioè meno di un quarto di una bottiglietta d’acqua. Essi devono essere collocati in un sacchetto di plastica trasparente, ed ogni viaggiatore ha il diritto di trasportare un solo contenitore. Inoltre, non lasciate nulla che sia “sospetto” nel bagaglio, e soprattutto dichiarate o gettate tutti i liquidi in eccesso, altrimenti, al minimo dubbio, verrete perquisiti, e sicuramente potrete dire addio alla vostra acqua. Le regole sono talmente ferree che non sono ammessi nemmeno il latte o i succhi di frutta per i bambini.

Una miriade di articoli sono vietati nel bagaglio a mano. In particolar modo si dovrebbe evitare di trasportare tutto ciò che può essere usato come oggetto contundente, o può somigliargli, dai taglierini ai coltelli, fino agli attrezzi sportivi. Le forbici sono consentite, a condizione che la lama sia più corta di dieci centimetri, così come cacciaviti e chiavi, che non possono superare i 17 centimetri di lunghezza.

E poi c’è sempre il solito problema che attanaglia specialmente noi italiani: i regali. Non tanto per un problema di terrorismo quanto di dogana ed evasione fiscale, i prodotti alimentari sono fortemente regolati. Se non sono dichiarati alla dogana, che si tratti di dolci, cibi fatti in casa o bevande, la quantità che si può trasportare è molto limitata, a non più di 1-2 oggetti per viaggiatore.

Ora, con l’introduzione del body scanner, bisogna stare attenti anche a quello che portiamo addosso. Se per esempio anziché inserire le chiavi nel bagaglio a mano ve le dimenticate in tasca, lo scanner le rileverà, e questo può crearvi dei problemi se non sono state rispettate le indicazioni prima descritte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>