Come prevenire i pidocchi

di Gianni Puglisi 0

Iniziano le scuole e torna l’incubo di tutte le mamme dell’asilo e delle elementari, i pidocchi. Partiamo dal presupposto, purtroppo, che un bambino su tre deve fare i conti con questo problema che non è legato all’igiene personale, ma anzi spesso è proprio sui capelli troppo puliti che attaccano più facilmente. E come fare?

Come prevenire i pidocchi

In farmacia esistono degli shampoo preventivi che riducono il rischio: vanno fatti un paio di volte la settimana. E poi è importante l’osservazione del piccolo: se notate che il bambino si gratta insistentemente la testa e il collo, controllate subito il cuoio capelluto. Spesso i pidocchi somigliano alla forfora, la differenza è che sono più difficili da togliere.

Naturalmente il problema dei pidocchi va affrontato con il pediatra, che prescriverà una pomata specifica, che ha effetto dopo 8-12 ore dal trattamento. Spesso viene prescritto anche uno shampoo anti-pidocchi, ma esistono anche dei rimedi casalinghi piuttosto efficaci.

Per esempio potrebbe essere molto utile applicare dietro le orecchie e sulla nuca qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o del tree oil per allontanare il pericolo pidocchi. Funziona anche massaggiare il cuoio capelluto con olio di mandorla dolce o olio di oliva. Dopo il massaggio, coprite la testa con una cuffia da doccia e lasciate agire per tutta la notte. Al mattino, fate uno shampoo al bambino e usate il pettine anti-pidocchi (quello con i denti piccoli, piccoli).

Miscelate 10 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano e dell’olio d’oliva. Massaggiate la testa del bambino e coprite poi con una cuffia. Lasciare agire per un paio d’ore e poi lavate con uno shampoo approfondito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>