Come proteggere privacy su Google

di Andrea 0

Come proteggere privacy su Google

Dal primo marzo sono andate in vigore le nuove norme sulla privacy di Google che hanno suscitato preoccupazione e non poche polemiche sia da parte dell’Unione Europea sia da parte del Garante della Privacy italiano. Questo perché aumenta l’innumerevole quantità di dati personali in possesso di Google che può usarle a suo piacimento per inviare delle pubblicità mirate procurandosi un congruo guadagno.

I dirigenti di Google dal canto loro con una lettera inviata ai parlamentari americani hanno spiegato che le modifiche sulle norme sulla privacy, si erano rese necessarie in quanto fino ad allora con le norme vigenti, la comunicazione tra YouTube e il motore di ricerca era unilaterale. Gli utenti potevano entrare in YouTube per cercare una notizia ma se il motore di ricerca era in grado di ampliare tale notizia, ad esempio con un video, non poteva farlo.

Con il nuovo regolamento invece, ciò sarà possibile per tutti quegli utenti che navigando si autenticano con  Google e usando Gmail, non si disconnettono dopo aver letto la posta. Ci sono però fortunatamente dei sistemi per evitare di essere tracciati e veder così violata la propria privacy. Se l’argomento desta il vostro interesse, di seguito vi forniamo alcuni metodi per vedere come proteggere privacy su Google.

Uno dei principali modi in cui Google immagazzina tutte le notizie dei suoi utenti  è costituito dal suo archivio online definito cronologia Web costituito dai dati delle ricerche effettuate dagli utenti stessi che ovviamente sono effettuate secondo i propri gusti. Per fare in modo che Google non possa usufruire di queste informazioni  ed in questo modo proteggere privacy su Google, dovete agire in questo modo.

Per prima cosa dovete collegarvi alla pagina principale di Google e fare il login col vostro account. Dovete poi cliccare sul vostro avatar sulla barra nera che trovate in alto a destra e cliccare sulla voce Impostazioni account. A questo punto dovete cliccare sulla voce Prodotti che trovate sulla sinistra della schermata. Cliccate poi sul pulsante Cronologia Web . Se poi vi viene richiesto, fate di nuovo il login e di seguito cliccate sul pulsante Rimuovi tutta  la cronologia Web.

Terminate l’operazione cliccando sul pulsante OK. A questo punto, avrete ottenuto come risultato che i dati di tutte le ricerche che voi effettuate verranno comunque raccolte ma in maniera anonima cioè non saranno associate al vostro account su Google. Se in seguito vorrete per qualche motivo ripristinare la Cronologia di Google, non dovete far altro che tornare alla pagina dove avete effettuato la cancellazione e cliccare sul pulsante blu Riattiva.

Potete poi cancellare tutti i video da voi visti su Youtube agendo in questo modo. Per prima cosa, dovete collegarvi a Youtube  e cliccare sull’icona del vostro profilo che trovate posizionata in alto a destra. Poi andate sul menu verticale di sinistra e posizionatevi su Cronologia. A questo punto cliccate prima sul pulsante Cancella tutta la cronologia e poi sul pulsante Sospendi cronologia. Potete cancellare anche tutte le parole chiave che avete utilizzato per le vostre ricerche, ripetendo tutti i passaggi partendo però dal pulsante Cronologia delle ricerche.

Potete anche disattivare la pubblicità personalizzata e per farlo dovete agire così. Andate su questa pagina e troverete le categorie che Google ha scoperto rifacendosi agli argomenti da voi scelti durante la vostra navigazione su Internet. Procedete quindi alla cancellazione o di quelle che non vi interessano oppure se preferite, della totalità, cliccando sui pulsanti Rimuovi prima e Disattiva poi. Se optate per la cancellazione solo di alcune pubblicità, potrete scaricare un plugin per il vostro browser  che vi permetterà di salvare in maniera automatica quelle che preferite.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>