Come pulire il cruscotto dell’auto

di Marco 0

Come pulire il cruscotto dell’auto

Di solito si passa più tempo a pulire l’esterno della vettura piuttosto che l’interno. Questo avviene perché è possibile che gli altri vedano solo l’esterno dell’auto, ma non si tiene conto che alla fine voi siete a diretto contatto con l’interno e non con la carrozzeria esterna.

Gli interni dell’automobile sono uno dei posti più sporchi in assoluto, hanno più germi e batteri di una tavoletta del water, e questi aumentano all’aumentare del numero di persone che ci entrano e dal tempo e dalle attività che si svolgono nella macchina. Per questo è importante pulire bene e regolarmente gli interni, ed in particolare il cruscotto, il posto più sporco di tutti.

Gli elementi necessari per la pulizia del cruscotto sono una spugna morbida, un po’ d’acqua preferibilmente calda, detergente poco liquido per CD ed un panno in fibra. Un cotton fioc sarà anche utile per la pulizia degli angoli più nascosti.

Fase 1: In primo luogo, l’interno della vettura deve essere aspirato per rimuovere le particelle che si fermano più probabilmente in aria.

Fase 2: La spugna morbida deve essere utilizzata dopo averla inumidita con l’acqua. Questa pulirà la maggior parte della sporcizia dalla superficie del cruscotto. Assicurarsi che il prodotto utilizzato non doni un effetto riflettente perché un riflesso nelle giornate di sole può rivelarsi un grave pericolo per la guida.

Fase 3: L’alcool isopropilico è presente nel pulitore per Cd ed è un solvente dolce, che lava via le macchie ostinate senza alterare le condizioni della plastica. Può essere usato su tutte le superfici degli interni.

Fase 4: Pulire gli angoli. Un cotton fioc è ideale per pulire tutte le parti più difficili da raggiungere. Meglio inumidirlo nel solvente per CD per rimuovere le macchie più dure.

Fase 5: L’ultima cosa che deve essere pulita è il cassetto del cruscotto, perché se il pulitore gocciola dentro, poi dovrebbe essere pulito di nuovo. Svuotarlo e pulirlo come sopra.

Fase 6: Lucidare il cruscotto. Spesso si utilizzano prodotti che danno un effetto lucido, ma in realtà sono materiali appiccicosi che diventano una calamita per la sporcizia e i microbi. Si raccomanda di usare spray e detergenti fatti appositamente per gli interni delle auto di buona qualità.

Fase 7: Il tocco finale può essere dato con panno in microfibra, un dorso di feltro è anche utile nel dare una buona rifinitura. E’ meglio non usare la cera alla fine perché renderà più difficile la pulizia la prossima volta. Se il cruscotto ha una finitura opaca, non dovrebbe essere strofinato molto forte in quanto è possibile graffiarlo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>