Come pulire i rubinetti

di Daniela 1

La pulizia dei rubinetti di casa, che siano del bagno o della cucina è molto importante e non soltanto a livello di igiene, ma anche per non creare problemi alle tubature; con il passare del tempo, con gli schizzi d’acqua e di sapone e con il calcare, i rubinetti perdono la loro lucentezza originaria; ecco perché è necessaria una pulizia accurata e costante della rubinetteria di casa, un’operazione che, tra l’altro, non è neanche complicata da fare.

Come pulire i rubinetti, consigli generali

La pulizia dei rubinetti non è difficile, basta solo seguire alcune regole generali; innanzi tutto non usate prodotti abrasivi contenenti ammoniaca o candeggina, per quanto riguarda la quantità di detergente da usare attenetevi alle indicazioni presenti sul prodotto e non lasciatelo a contatto con il rubinetto più del dovuto.

Nel caso di detergenti spray, se non espressamente indicato sulla confezione, non spruzzatelo mai direttamente sul rubinetto, bensì usate un panno, in modo da non far penetrare il prodotto nelle fessure dei rubinetti e provocare danni. Dopo la pulizia, risciacquate abbondantemente con acqua pulita per rimuovere tutti i residui di detergente.

I prodotti per la pulizia dei rubinetti

I rubinetti presenti nelle nostre case sono realizzati in diversi materiali, alcuni anche pregiati per cui, per evitare di rovinarli fate attenzione ai prodotti che userete per la pulizia. Innanzi tutto non usate prodotti contenenti l’acido cloridrico, acetico o formico, perché potrebbero danneggiare il rubinetto, evitate anche il detersivi che contengono cloro e acido fosforico; non mischiate prodotti detergenti e per la pulizia o per il risciacquo non usate panni abrasivi o lucidanti. Nella scelta dei prodotti per la pulizia dei rubinetti, quindi, attenetevi, ove presenti, alle indicazioni del produttore o del venditore

Come pulire i rubinetti con metodi naturali

Oltre all’uso dei prodotti specifici per la pulizia dei rubinetti si possono usare dei metodi naturali che hanno il doppio pregio di essere a costo zero e di non rovinare la rubinetteria. Per togliere il calcare intervenite con l’aceto bianco, per eliminare le incrostazioni alla base del rubinetto, applicate dell’olio essenziale di arancio direttamente sullo sporco, mentre per lucidarli usate dell’acqua insaponata (il sapone deve essere neutro) e un panno morbido.

Come togliere il calcare dai rubinetti

Il principale nemico dei rubinetti è senza dubbio il calcare che, oltre a sedimentarsi intorno ai rubinetti, rischia di intasarli perché si forma all’interno con il passaggio dell’acqua. Per ovviare a questo inconveniente si possono usare dei prodotti anticalcare oppure affidarsi ai metodi naturali, ugualmente efficaci e che non danneggiano i rubinetti. Se scegliere di usare i prodotti anticalcare, lasciateli agire per il tempo riportato nella confezione, sciacquate abbondantemente con acqua pulita e poi asciugate il rubinetto con un panno morbido.

Come togliere il calcare dai rubinetti con metodi naturali

Un sistema molto efficace per togliere il calcare è quello di usare l’aceto bianco; scaldatelo nel microonde all’interno di un contenitore, in alternativa va bene anche in un pentolino, e una volta caldo passatelo sulle parti incrostate di calcare del rubinetto: osserverete subito che inizierà a sciogliersi e a questo punto vi basterà sciacquare e pulire; per accelerare il procedimento, potete strofinare le parti incrostate del rubinetto con uno spazzolino, dopo aver applicato l’aceto.

Anche il limone è utile per eliminare il calcare sedimentato nei rubinetti; tagliate a metà un limone e da una di esse raccogliete un po’ di succo mentre l’altra metà applicatela sulla bocca di erogazione dei rubinetto; lasciate agire e intanto immergente un po’ di ovatta nel succo di limone e passatela sul resto dei rubinetti. Dopo un’ora potete togliere il limone, grattare via il calcare con facilità, risciacquare tutta la rubinetteria e asciugate.

Photo Credit: Thinkstock


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>