Come pulire la tappezzeria

di Daniela Commenta

Tra i lavori di casa più faticosi c’è senz’altro la pulizia della tappezzeria, un’operazione che richiede molto tempo e che non sempre è possibile fare al meglio, per fortuna, però, esistono diversi stratagemmi che rendono questo lavoro un po’ più leggero. Come in molti casi, anche per la pulizia della tappezzeria si possono usare i prodotti che si trovano in commercio, oppure i metodi naturali, vediamoli entrambi.

Come pulire la tappezzeria

Per pulire la tappezzeria in commercio si trovano diversi prodotti specifici a base di ossigeno attivo e funzionano in modo molto semplice: basta spruzzarli o versarli sul punto da trattare, lasciarli agire per qualche minuto e poi ripulire con un panno morbido e asciutto. Questi prodotti si trovano per tutti i tipi di tappezzeria e sono studiati per non rovinare neanche le stoffe più delicate, tuttavia se non siete convinti di usare prodotti pur sempre chimici o le tappezzerie in questione sono di carta, non resta che affidarsi ai metodi naturali.

Come pulire la tappezzeria con metodi naturali

Per pulire la tappezzeria di stoffa, come ad esempio i copri divani o le tende potete ricorrere ad una miscela di acqua, bicarbonato e sale grosso, basterà strofinare delicatamente per qualche minuto e la macchia se ne andrà; asciugate poi con il phon impostato ad una media temperatura.

Per quanto riguarda le tende, che generalmente sono fatte con materiali molto delicati, se le macchie e lo sporco sono causati da muffe e vapori della cucina, basterà metterle a bagno in un recipiente con dell’acqua fredda e dell’aceto bianco, nella proporzione di due bicchieri di aceto per due litri d’acqua; lasciatele in ammollo per un po’ e poi trasferitele in una bacinelle con acqua e ammorbidente delicato e, infine, risciacquate: oltre che pulite, le vostre tende saranno anche profumate.

La tappezzeria di carta

Esistono molti tipi di tappezzeria, quelle in carta sono le più comuni e tra loro ne esistono di diversi tipi, vediamo insieme quali sono i metodi migliori per pulirle.

La tappezzeria non lavabile

Le tappezzerie non lavabili non devono essere lavate con acqua, altrimenti perdono il colore, l’unica soluzione in caso di sporcizia è di passarle con della gommapane; se più che lo sporco il problema è l’unto allora passate il ferro da stiro tiepido su un foglio di carta da pacchi e ripetete l’operazione fino alla completa sparizione della macchia, dopodiché applicate un solvente spray.

La tappezzeria spugnabile

Le tappezzerie spugnabili sono stampate con dei colori sintetici, per non far perdere loro il colore e allo stesso tempo pulirle, potete tamponarle con una spugna leggermente imbevuta di acqua tiepida e sapone non schiumoso.

La tappezzeria lavabile

Le tappezzerie lavabili sono ricoperte di un leggero velo di resina vinilica e quindi resistono anche a un leggero sfregamento; in ogni caso, per questo tipo di tappezzeria limitare l’uso dei prodotti spray e preferite un lavaggio naturale a base di acqua e detersivo.

La tappezzerie vinilica

Questo tipo di tappezzeria è quella più facile da pulire perché pur essendo stampata a colori è protetta da una pellicola trasparente che la rende lavabile, perciò via libera ad acqua e sapone ma mai a prodotti a base di etere. Dalle tappezzerie viniliche si possono togliere macchie di colla, unto e inchiostro, semplicemente trattandole con una spugna imbevuta di acqua e sapone, operando dal basso verso l’altro e strofinando delicatamente per non rovinare il rivestimento.

La tappezzeria di stoffa

Per pulire le tappezzerie di stoffa si può ricorrere all’aspirapolvere e volendo anche alla trielina per smacchiarle a meno che non siano realizzate in materiali naturali perché, in questo caso, basta spazzolarle o passare l’aspirapolvere. In caso di tappezzeria in velluto potete tranquillamente lavarla in quanto la carta di fondo è sottoposta a un trattamento impermeabilizzante.

Come eliminare l’odore di fumo dalla tappezzeria

Molto spesso più che sporche le tappezzerie di casa sono impregnate di cattivi odori, tra i quali il fumo è senza dubbio il peggiore, il miglior modo per ovviare a questo problema è utilizzare una soluzione di acqua e aceto o di acqua con alcune gocce di ammoniaca detergente da irrorare nella tappezzeria con l’aiuto di uno spruzzino; lasciate agire per qualche minuto e poi ripassare con un panno inumidito per risciacquare e, infine, con uno asciutto.

In alternativa potete passare sulla tappezzerie un panno umido con un po’ di bicarbonato, dopo qualche minuto strofinate leggermente con un panno asciutto, oppure, dov’è possibile, passate l’aspirapolvere.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>