Come e quando tosare il cane

di Mariposa 3

Come e quando tosare il cane

Avete deciso che volete tosare il vostro cane: fa molto caldo e lo vedete soffrire, perde troppo pelo e vi sembra che anche per questioni igieniche sia la scelta migliore. La domanda ora è: come fare? Intanto bisogna partire dal presupposto che non tutti i cani si possano rasare. È molto importante quindi, prima di prendere in mano la tosatrice, verificare se il vostro amico a 4 zampe sia adatto al trattamento.

Le razze da non tosare

Alcune razze non vanno tosate. I veri appassionati sostengono che il pelo degli animali non vada toccato, ma nello specifico esistono alcuni esemplari che potrebbero davvero avere dei problemi di ricrescita. Vietato quindi il trattamento alle razze con il pelo duro e corto oppure ruvido. Tra questi troviamo i Terrier, i Terranova, gli Schanuzer e lo Spinone.
Si sconsiglia anche di tagliare il peso dei cani da pastore e in quelli nordici (Husky, pastore tedesco, ecc). Quello che però potete fare è spazzolarli con molta cura, perché nel cambio di stagione potrebbero fare un cambio di manto. Da solo, infatti, l’animale predispone il pelo per l’inverno e quello per l’estate.

Lavare il cane

Il taglio del pelo deve avvenire solo dopo aver lavato il cane. Se però il pelo è davvero molto lungo, con le forbici iniziate a dargli una bella sfoltita. Aiutatevi con l’uso di alcuni pettinini. Prendete poi uno shampoo, possibilmente adatto al vostro cucciolo e antiparassitario, e lavatelo con molta cura. Massaggiategli la zona delle zampe e cercate di non infastidirlo troppo. Deve essere una coccola. Se il vostro cagnolone ha il pelo arruffato, potreste anche scegliere un balsamo per evitare nodi.  Ora potete asciugarlo, è molto importante farlo rapidamente se è inverno e fa freddo: sciacquate poi con acqua abbondante.  Con un phon ad aria calda (con diffusore in modo che non abbia un getto troppo diretto), asciugatelo con cura. Ora è pronto per essere tosato.

Tosatura del cane

Il taglio del pelo del cane deve avvenire attraverso una tosatrice, la classica macchinetta. È un acquisto delicato ed è sempre meglio prendere un prodotto di qualità. Dove si può acquistare? Nei negozi dedicati agli animali o nei ferramenti.  Tosare il cane non è semplice, soprattutto se il cucciolo non sta fermo. Fate quindi in modo che sia rilassato, magari sdraiato a terra.  Partendo dal collo, quindi appoggiate la tosatrice al corpo del cane e fate scivolare la macchinetta in modo che il pettine sia parallelo al corpo. La rasatura deve avvenire nel senso del pelo. Mi raccomando, fate attenzione a non fargli male, incastrando il pelo. Al termine, prendete la forbice e rifinite il taglio sulla coda, sulle zampe e sulla testa.

Tosature particolari

Ci sono tanti modi per tosare il vostro cagnolino. Quella che abbiamo proposta è la tecnica standard, chiamata anche commerciale e serve per accorciare il pelo dando al cane un aspetto razionale. Potreste però pensare un Puppy Clip, che si basa sul taglio con forbice del pelo sul petto ed è caratterizzato da una sorta di forma ovale. Il taglio continentale, invece, prevede la tosatura del posteriore (cosce comprese), del muso e le zampe anteriori, poi c’è quella inglese che è caratterizzata da tre manicotti sulle zampe di dietro. Infine, c’è lo stripping (strappare) che serve per “tosare” le razze con il pelo duro o ruvido. Come abbiamo detto, a questi cani non va tagliato il pelo, ma quando arriva a maturazione va strappato per fa posto a quello nuovo. Questo trattamento può essere eseguito a mano o con degli strumenti appositi. Ci vuole molto tempo per fare uno stripping completo e può fare male (un po’ come la ceretta). Per questo motivo si consiglia di rivolgersi, almeno le prime volte, a un esperto.

Photo Credit|ThinkStock


Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>