Come rilassare i piedi affaticati

di Gianni Puglisi 0

Come rilassare i piedi affaticati

Quante persone durante la giornata, sono costrette a rimanere alzate per tante ore e, ritornate a casa, la sera, mostrano piedi gonfi o, comunque, doloranti? Questo perchè è innaturale per l’essere umano non riuscire a distendersi e sedersi per molte ore e, alla fine, si crea una tensione che si riflette sul viso e causa problemi posturali e alla schiena. Iniziare a stare meglio, quindi, comincia innanzitutto dalla posizione corretta. La parte terminale dell’organismo, deve essere ben posizionata e il peso della persona, distribuito equamente. In questo modo, in poco tempo, si troverà un completo relax pure alla schiena, spalle e collo.

Ecco qualche consiglio per aiutare i piedi a sopportare uno stile di vita troppo pesante:

  • togliete le scarpe e rimanete in posizione eretta con i piedi leggermente divaricati e le ginocchia morbide. Cercate di mantenere l’equilibrio e chiudete gli occhi. Con le braccia morbide, pensate al contatto con il pavimento e controllate di avere il peso distribuito in modo esatto a destra e sinistra.
  • camminate a piedi nudi quando potete e mantenete il contatto con il terreno per stimolare sensazioni insolite e piacevoli che donano benessere immediato al cervello. Attenzione a sistemare bene entrambi i lati del tallone e a poggiare correttamente la base del primo e del quinto dito.
  • acquistate un rullo per i massaggi plantari e tenetelo anche in ufficio, cercando quando potete di massaggiare questa parte del corpo così sollecitata.
  • per mantenerli al caldo, nulla va bene più della lana che è isolante. Potete, ad esempio, indossare delle calze di cashmere e calzare delle ciabatte in montone e vi sentirete subito meglio.
  • Se rimanete in piedi per molte ore al giorno, un pediluvio lenitivo può essere una buona soluzione e dona anche sollievo alle ossa indolenzite.
  • prenotate una seduta, infine, dal riflessologo che non solo massaggia l’area interessata dal gonfiore, ma passa in rassegna le parti del corpo corrispondenti e diagnostica indisposizioni e disturbi magari sottovalutati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>