Come risparmiare sulla bolletta dell’acqua

di Gioia Bò Commenta

Avete rischiato l’infarto l’ultima volta che il postino vi ha consegnato la bolletta dell’acqua? D’accordo, stiamo parlando di un bene di prima di necessità del quale non si può proprio fare a meno, ma si può imparare ad utilizzarlo nel modo corretto, aiutando sia il mantenimento delle risorse idriche del Pianeta sia le nostre tasche.

E allora ecco una breve guida al risparmio dell’acqua in ogni momento della giornata, sebbene la maggior parte dei consigli possano sembrarvi superflui. Provate a seguire le istruzioni e vedrete che alla fine dell’anno (o del trimestre, a seconda della zona dove abitate) le vostre casse ne trarranno beneficio.

Cominciamo con il gesto che più frequentemente compiamo di fronte ad un lavandino, ovvero il lavaggio delle mani: può sembrare incredibile, ma se chiudiamo il rubinetto mentre ci insaponiamo, riusciremo a risparmiare la metà dell’acqua. E lo stesso discorso si estende al lavaggio dei denti, quando l’operazione di spazzolatura può richiedere anche diversi minuti.

E se questa regola può sembrarvi ridicola, pensate a quanta acqua si spreca quando si avvia una lavatrice o una lavastoviglie non completamente carica. L’ideale sarebbe attendere che l’elettrodomestico sia pieno prima di avviare la fase di lavaggio o, al massimo, optare per la soluzione mezzo-carico, capace di far risparmiare in ternini di litri (e di soldi).

Sarebbe buona norma, poi, preferire la doccia al bagno, assicurandosi così un ulteriore risparmio. E anche nel caso si decida per la doccia, bisogna ricordare di non esagerare con il getto, limitandosi al necessario e riciclando se possibile l’acqua pulita, quella cioè che scorre nel piatto doccia, mentre attendiamo che si riscaldi (sarebbe bene utilizzarla per lavare i pavimenti o per il bucato a mano).

Un altro ottimo modo per riciclare l’acqua è quello di innaffiare le piante con quella utilizzata per sciacquare la verdura o per cucinare, in modo da non essere “costretti” nuovamente ad aprire il rubinetto per la cura delle nostre amiche verdi.

Per non far scorrere via i soldi come l’acqua, impariamo a chiudere il rubinetto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>