Come risparmiare sui costi domestici

di Marco 0

Come risparmiare sui costi domestici

Mantenere una casa pulita, organizzata ed efficiente richiede tempo, impegno, dedizione e una buona parte del budget mensile. Quando le finanze sono ristrette, abbiamo bisogno di essere creativi e di scegliere con coscienza le nostre spese. Un modo per risparmiare è quello di ridurre i costi per pulizia. Ma come fare senza ridurre la qualità? Ecco alcuni suggerimenti.

Fase 1: Usa i prodotti che hai in casa al posto dei detergenti commerciali. Aceto, bicarbonato di sodio, dentifricio, limoni e ammoniaca sono sostituti eccellenti per pulizia, disinfezione, lavaggio e sanificazione della cucina e superfici del bagno. Tutti sono efficienti almeno quanto (se non di più) dei prodotti chimici in commercio.

Fase 2: Acquista all’ingrosso. Dato che si prevede di utilizzare i prodotti per la pulizia per diversi anni, se volete acquistarli anziché farveli in casa, conviene di più acquistarli all’ingrosso. Questo vale per detersivi, prodotti per il bagno, spugne, prodotti per la pulizia e per la casa come l’aceto e il bicarbonato, in modo tale da pagarli molto meno, e non dover stare a ricomprarli ogni mese.

Fase 3: Scegliere prodotti “riutilizzabili” piuttosto che “usa e getta”. Qualsiasi oggetto monouso non ha molta convenienza. Dalle salviette agli strofinacci, se si prendono di stoffa costano un po’ di più all’inizio, ma il costo verrà ammortizzato per anni, rispetto ad uno di carta che viene pagato poco, ma esaurisce la sua vita utile nel giro di pochi giorni.

Fase 4: Tenere fuori la sporcizia per ridurre al minimo le spese di pulizia e affini. Chiudere le finestre nelle giornate di vento per ridurre al minimo la polvere; lavare gli zerbini per permettere la cattura dello sporco dalle scarpe, fare la toeletta a cani e gatti all’aperto.

Fase 5: Mantenere l’integrità della casa per ridurre al minimo i costi di riscaldamento e raffreddamento. La guarnizione della porta e della finestra aiuta a non far uscire il calore. Usa tinte, persiane o tende per ridurre la dispersione del calore o del raffreddamento attraverso le finestre di vetro. Garantire che il livello di isolamento del tetto o solaio sia ottimale.

Fase 6: Abbassare la bolletta elettrica, riducendo gli sprechi di energia. Sostituire le lampadine incandescenti con le lampadine fluorescenti compatte. Utilizzare una copertura per isolare lo scaldabagno. Usare acqua fredda per lavare i panni colorati. Utilizzare lavatrici e asciugatrici solo a carichi completi. Usare il ferro da stiro per più vestiti e non solo per uno o due.

Fase 7: Abbassare la bolletta dell’acqua riducendo gli sprechi idrici. Usa rubinetti a basso flusso per docce e WC. L’acqua per annaffiare il prato di notte o nel primo mattino minimizza la perdita da evaporazione.

Fase 8: Investire in apparecchi a basso consumo energetico. Quando è il momento di acquistare nuovi elettrodomestici, prendere in considerazione le marche che sono più efficienti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>