Come risparmiare in vacanza

di Gianni Puglisi 0

Come risparmiare in vacanza

State per partire per le vacanze, ma vi rendete conto che potreste non avere abbastanza soldi? Vi trovate in una situazione molto comune e c’è una buona notizia: potete farcela! Vendere qualcosa che non usate prima di partire può sempre essere un buon metodo dell’ultimo minuto per racimolare qualche soldo in più, ma prendiamo il caso che siete ormai partiti e dovete sopravvivere con ciò che vi resta. Come fare?

Il trucco è cominciare a risparmiare già da prima. Se cominciate a fare acquisti con largo anticipo avete l’opportunità di ritrovarvi con il necessario (dai costumi da bagno al cibo) spendendo relativamente poco, approfittando di sconti e offerte che in un luogo turistico potreste decisamente sognarvi. Inoltre se prenotate il viaggio e l’albergo o l’ostello con largo anticipo, specialmente se la vacanza è fuori stagione, vi rimarranno sicuramente più soldi in tasca. Continuate a leggere per scoprire come risparmiare una volta iniziata la vacanza.

Pagare con solo i contanti diventa quasi un obbligo. Se prelevate tutto ciò che c’è sul vostro conto potete tenere meglio sotto controllo le spese. Se usate la carta di credito c’è il rischio di fare spese non previste e poi, tornati a casa, potreste trovarvi fatture pesati a cui far fronte. Anche pagare con il bancomat è rischioso perché non c’è nulla di più concreto come i soldi di carta per rendervi conto di quanto state spendendo. Il consiglio è inoltre di lasciare a casa il libretto degli assegni, specialmente se l’albergo l’avete già pagato in anticipo.

Una volta ottenuti tutti i soldi in contanti, dividerli a seconda dei giorni di vacanza. Se ad esempio avete prenotato l’albergo per una settimana, prendete il vostro budget e dividetelo per 7, in modo da rendervi conto ogni giorno quanto potete permettervi di spendere. Un consiglio può essere di acquistare, sin dal primo giorno, dei pacchetti di cibo o acqua che spesso le compagnie turistiche offrono, in modo da assicurarvi per tutta la durata della vacanza i generi di prima necessità.

Usufruire delle promozioni speciali. Ad esempio se dovete visitare un parco acquatico, un parco divertimenti o qualsiasi offerta in cui ogni certo numero di ingressi ce n’è uno gratis, non lasciatevi sfuggire questo tipo di offerte. Stesso discorso per le vacanze culturali, ricordate che c’è quasi sempre un giorno in cui i musei hanno l’ingresso libero, mentre se preferite il mare, anche a costo di dover camminare un po’, preferite le spiagge libere al posto del comodo set ombrellone e sdraio.

Prima di acquistare ogni oggetto che vedete, fate un giro completo del villaggio o della città che visitate. Resistete alla tentazione dell’acquisto compulsivo in quanto c’è la possibilità che troviate lo stesso oggetto in un altro negozio ad un prezzo inferiore, o ne troviate un altro che vi piace di più. Rimandate gli acquisti agli ultimi giorni per evitare di spender soldi in cose non necessarie, per poi farvi rimanere col portafoglio vuoto e rovinarvi la vacanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>