Come scegliere tra un consulente finanziario e un robo advisor

di Valentina Cervelli 0

Come scegliere tra un consulente finanziario ed un robo advisor? Quando si ha il desiderio di investire ma non si ha conoscenza della materia, affidarsi a chi ne sa di più è sempre più conveniente. Ma come scegliere l’opzione migliore

Come scegliere tra un consulente finanziario e un robo advisor

Essere preparati per scegliere tra un consulente finanziario e un robo advisor

Se si vuole scegliere tra un consulente finanziario ed un robo advisor è importante perlomeno conoscere questi due strumenti, partendo nella loro analisi senza avere pregiudizi. Entrambi nel mondo della finanza hanno dimostrato di poter essere utili e validi per tutti coloro che volevano fare del trading ma non sapevano come iniziare. Non si tratta, è importante sottolinearlo, di una lotta tra umano ed intelligenza artificiale ma più che altro conoscere due lati della stessa medaglia, soprattutto nel nostro paese dove i robo advisor disponibili possono essere considerati di tipologia “ibrida”, ovvero prevedere sì l’interfaccia robotica basata su intelligenza artificiale ma allo stesso tempo rendere disponibile per la chiusura del contratto una persona in carne ed ossa. A livello internazionale i robo advisor sono maggiormente utilizzati e la ragione potrebbe essere la maggiore preparazione in materia ed una legislazione più ampia che consente ai papabili investitori di avere una maggiore fiducia nel mezzo.

Fiducia alla base della scelta tra un consulente finanziario ed un robo advisor

Come scegliere tra un consulente finanziario e un robo advisor

E’ proprio la parola fiducia quella chiave in questo caso. Le statistiche relative ai robo advisor in Italia ci mostrano come gli investitori del Belpaese non si fidano moltissimo di un’interfaccia di intelligenza artificiale per la gestione dei propri soldi: quasi un controsenso se si pensa a come moltissimi “investono” nei siti di gambling che, in un certo qual modo possono essere “equiparati” o comunque essere considerati molto simili nel funzionamento e nelle cifre “investite”. Un esempio per spiegare come maggiore sarà la fiducia in uno dei due strumenti finanziari, più la scelta verterà sullo stesso.

Come fidarsi? Molto semplice: prendendo le giuste informazioni su entrambi. Un consulente finanziario umano può “sbagliare” tanto quanto un robo advisor con una discriminante in più: se intenzionato a delinquere sarà in grado di truffare l’ignaro risparmiatore. Per evitare ciò e scegliere in modo corretto tra questi due strumenti è importante che vengano raccolte quante più informazioni possibili da parte dell’investitore su quella che è la storia pregressa dei due e le opinioni di chi ha utilizzato entrambi. E’ solo con “prove” empiriche che sarà possibile per l’investitore fare la scelta giusta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>