Come smettere di mangiare cibo spazzatura

di Marco 0

Come smettere di mangiare cibo spazzatura

Tutti abbiamo il controllo su cosa mettiamo in bocca, ma chissà perché a volte non riusciamo proprio a trattenerci davanti al cibo spazzatura. Ma perché sembra così difficile stare lontani da questi alimenti, nonostante si sa che non facciano per nulla bene? Anche questa è una scelta, ma meno consapevole di altre.

Mangiare cibo spazzatura è diventata una moda, a volte una necessità per questioni di tempo, altre diventa una vera e propria dipendenza. Ci sono due modi in generale per liberarsi da questo vizio, dunque se siete interessati a cominciare a seguire una dieta sana, lasciando perdere il junk-food, continuate a leggere.

Modo 1: Mollare tutto in una volta. Questa può essere la via più difficile se siete degli abitudinari dei fast-food. Aspettatevi di sperimentare gli effetti collaterali della mancanza di sostanze chimiche a cui il vostro corpo è abituato, e che reagisce come una vera e propria crisi d’astinenza. Mal di testa, nausea o irritabilità potrebbero essere comuni. Ma non preoccupatevi perché tutte queste emozioni negative passeranno presto. Ecco come agire:

Fase 1: Sostituire i cibi spazzatura in base al gusto. Questi alimenti vengono tanto consumati perché molto buoni, dunque è sul loro stesso campo che vanno battuti. La frutta secca è un ottimo rimpiazzo per le patatine, i succhi di frutta naturali per la Coca-Cola, gli spuntini con cereali integrali per i dolci.

Fase 2: Eliminare i cibi spazzatura dalla dispensa e non comprarne più. Non è possibile mangiare cibi spazzatura se non ci sono in casa. Andare ogni giorno al fast food è più costoso e stancante, e per una questione di tempo o per altri motivi, sarete obbligati a mangiare sempre meno questi piatti.

Modo 2: Sostituzione lenta. Questo metodo richiede tempo e fatica. Una corretta pianificazione è essenziale se si vuole avere successo. Ecco come fare:

Fase 1: Taglia un alimento alla volta. Inizia ad eliminare uno dei “cibi spazzatura” ogni settimana. Ad esempio, non mangiare le patatine in una settimana, rinuncia ai dolci nella seconda settimana, smetti di bere bevande edulcorate alla terza.

Fase 2: Sostituire il junk food con alimenti sani. Le alternative sono le stesse del metodo precedente, solo che anziché sostituirle tutte in una volta, questo va fatto gradualmente.

Fase 3: Ridurre le spese di cibo spazzatura. Fare una lista di quanti “alimenti spazzatura” comprate ogni settimana. Ad ogni spesa eliminate il 10% (ad esempio passare da 5 a 4 pacchi di patatine, da 5 bottiglie di Coca Cola a 4, oppure eliminare una settimana completamente le patatine, quella dopo completamente le bevande). Di questo passo dopo 1-2 mesi li avrete eliminati del tutto.

Le prime settimane saranno senza dubbio le più difficili, ma se avrete tenacia e forza di volontà alla fine sarete orgogliosi di voi stessi, migliorerete la vostra alimentazione ed i risultati saranno visibili in poco tempo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>