Come sostituire una mattonella rotta

di Marco 0

Come sostituire una mattonella rotta

La piastrella di ceramica è uno dei materiali più durevoli che ci siano per il pavimento. Con una corretta manutenzione, può durare per dei decenni. Non c’è da stupirsi però se le mattonelle di ceramica, di tanto in tanto, si rompano. Questo può succedere se si lascia cadere un oggetto pesante, per una sedia strisciata o per qualche movimento nel sottofondo.

Indipendentemente dal fatto se si tratta di una semplice riga o una rottura completa, la piastrella immediatamente diventa vulnerabile ad ulteriori danni. Potreste essere in grado di nasconderla in un primo momento, ma alla fine si dovrà sostituire perché finirà, prima o poi, col rompersi del tutto.

L’unica cosa più brutta di una mattonella che si rompe è ripararla male. A parte che le correzioni si notato con una sola occhiata, ma poi c’è il rischio che non durino poi così tanto. E allora meglio cambiarle con piccolissimi passaggi:

1. Se hai deciso tu l’installazione, si spera che alcune mattonelle siano rimaste dall’ordine. Se non si dispone di eventuali avanzi, prendere un pezzo della piastrella e cercarne una simile nei negozi. In alternativa contattare la ditta che l’ha montata per farci inviare qualche piastrella di ricambio.

2. Ora dovete rompere la piastrella facendola a pezzi, senza danneggiare le piastrelle circostanti. Ci sono due modi per farlo. Uno è quello di coprire la mattonella con uno straccio e utilizzare un martello per romperla. Se i pezzi sono ancora bloccati, delicatamente utilizzare uno scalpello per farli uscire. Quindi utilizzare uno scalpello o spatola per raschiare via gran parte del vecchio adesivo, e un estrattore di malta per sbarazzarsi dello stucco circostante. L’altro modo è quello di utilizzare una boiacca (impasto quasi liquido di cemento o calce) per la rimozione manuale della malta. Poi con uno scalpello ripulire i rimanenti detriti.

3. Siete pronti per installare la nuova piastrella. Stendere l’adesivo per piastrelle sul retro della mattonella, ma non aggiungetene troppo. Fare in modo che non si riversarsi troppa malta al di fuori. Spingere la piastrella saldamente in posizione da essere sicuri che sia dritta. Lasciare asciugare durante la notte o fino a quando il produttore consiglia.

4. Assicurarsi di utilizzare la boiacca dello stesso colore che si è utilizzato inizialmente, o sarà un po’ diverso l’effetto. Se non si sa il colore che si produrrà, testarla su una separata superficie disponibile prima di applicarla. Una volta trovata quella giusta, utilizzare i bordi di gomma galleggianti per premere la boiacca nelle fughe. Quando la boiacca non è più viscosa, ripulire l’eccesso con una spugna umida. Non dimenticate di sigillare le fughe dopo che è tutto completamente asciutto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>