leonardo.it

Come aprire la Partita Iva

 
Daniela
13 aprile 2011
Commenta

Per chi decide di avviare un’attività in proprio, la Partita Iva è fondamentale, sia nel caso delle società che delle ditte individuali.

Cos’è la Partita Iva

La Partita Iva è una serie di numeri che serve ad identificare il contribuente, ed è costituita da 11 numeri, dei quali i primi 7 individuano il contribuente, i successivi 3 indicano Codice dell’Ufficio delle Entrate e l’ultima cifra è un numero di controllo.

La parola Iva è l’acronimo di Imposta sul valore aggiunto, e costituisce la tassa che viene applicata sulle prestazioni dei servizi o sulla cessione di beni e, salvo diverse indicazioni, ammonta generalmente al 20% sul totale del bene o del servizio acquistato, il cui importo va allo Stato.

Come aprire la Partita Iva

Chi avvia un’attività deve possedere la Partita Iva, vediamo, quindi, come fare ad aprila.

Non appena decidete di aprire un’attività dovete segnalare l’avvio della stessa all’Agenzia delle Entrate tramite una dichiarazione che deve pervenire all’Agenzia entra 30 giorni dall’inizio dell’attività; questa dichiarazione va redatta su uno specifico modulo: il modello AA9/7 per i lavoratori autonomi o per le ditte individuali e il modello AA7/7 per le società.

Il modello compilato può essere presentato in duplice copia direttamente all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure in via telematica tramite il commercialista e, in ogni caso, deve essere allegata una copia di un documento di identità. Non appena l’Agenzia riceverà la dichiarazione, vi verrà attribuito il numero di Partita Iva che rimarrà tale fino alla cessione dell’attività stessa.

A questo punto dovrete scegliere il regime contabile che più si confà alla vostra attività, magari facendovi consigliare da un commercialista, ed emettere regolare fattura che riporti la denominazione dell’attività e il numero di Partita Iva.

Entro 30 giorni, oltre a comunicare all’Agenzia delle Entrate l’inizio dell’attività dovrete iscriverla al registro delle imprese della Camera di Commercio, comunicare l’avvio dell’impresa al Comune e iscrivervi all’Inps.

Articoli Correlati
Come aprire un allevamento di cani

Come aprire un allevamento di cani

Se amate i cani e volete trasformare la vostra passione in un’attività redditizia, potete prendere in considerazione l’idea di diventare allevatori. Riuscire in un’attività di questo tipo non è per […]

Come aprire uno stabilimento balneare

Come aprire uno stabilimento balneare

L’estate si avvicina a grandi passi e le spiagge italiane sono già invase di allegri vacanzieri, che sfruttano il primo caldo stagionale per godersi spiaggia e mare, in attesa delle […]

Come aprire un club

Come aprire un club

Aprire un club, o un circolo privato, significa aprire un’attività senza scopo di lucro (il presidente o i soci non ci devono guadagnare), ma che possa permettere agli iscritti di […]

Come aprire un’agenzia di scommesse

Come aprire un’agenzia di scommesse

La crisi avanza, la cinghia si stringe ed occorre fare i salti mortali per arrivare alla fine del mese. Eppure, dati alla mano, gli introiti delle scommesse sono in continuo […]

Come aprire una Partita IVA

Come aprire una Partita IVA

Se state per avviare un’attività autonoma, se siete liberi professionisti, se avete intenzione di aprire un negozio, non potete fare a meno di aprire una Partita IVA, entrando così in […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento