Come fare le fatture

di Gianni Puglisi 0

Come fare le fatture La fattura è il documento principale su cui si basa l’attività commerciale e professionale di qualsiasi tipo. Sono tenuti a rilasciare tale documento tutti i titolari di partita IVA in cambio della vendita di un bene o l’erogazione di un servizio, e può essere sostituita soltanto da altri certificati fiscali come lo scontrino o la ricevuta.

La fattura viene rilasciata in due esemplari identici (dunque redatti con carta carbone, fotocopiati o stampati in duplice copia), una copia al cliente e l’altra rimane a chi la emette che la deve conservare ai fini della redazione del bilancio d’esercizio e per eventuali controlli fiscali per un minimo di 10 anni. Continuate a leggere per vedere come compilare una fattura.

Dati della fattura

Una fattura deve contenere le seguenti indicazioni che non possono assolutamente essere false o omesse. In primo luogo, in alto, la data di emissione e il numero progressivo della fattura che segna quante ne sono state fatte all’interno dell’anno solare (per questo motivo ad ogni inizio anno deve ripartire da uno). A seguire ci devono essere i dati identificativi dell’emittente (chi redige la fattura):

  • Nominativo/ragione sociale;
  • Indirizzo della sede;
  • Numero di partita IVA, con codice fiscale e l’iscrizione al Registro delle imprese.

Dopodiché si inseriscono i dati identificativi del compratore (nominativo/ragione sociale e l’indirizzo), il tipo di pagamento (contanti, assegni, ecc.), gli estremi dei documenti di trasporto, cioè data e numero progressivo dei DDT, se si tratta di fattura differita, la natura, qualità e quantità dei beni ceduti, il prezzo unitario dei beni e il prezzo complessivo, eventuali sconti, l’aliquota e l’ammontare dell’IVA, il totale fattura, che sarebbe quanto il compratore deve pagare.

Come si redige una fattura

La legge non prevede uno schema fisso, l’importante è che siano esattamente presenti i dati sopra elencati. Il metodo classico è carta e penna, o scrivere a macchina, ma ormai con l’informatizzazione tutto viene fatto al computer, attraverso programmi predisposti per l’emissione della fattura in cui si devono aggiungere soltanto i dati. Peraltro questi programmi contengono già memorizzati i dati dell’emittente e tengono il conto della data e del numero della fattura, per questo gli unici dati che vanno inseriti sono quelli del compratore e i dettagli della transazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>