Come evitare il sudore sotto l’ascella della camicia

di Marco Commenta

L’estate si avvicina, ma le ferie estive sono ancora molto lontane. Questo significa dover andare a lavorare spesso in giacca e cravatta, ritrovandosi con il classico alone sotto l’ascella causato dal sudore. C’è chi è in grado di camuffarle per bene, e chi ha la fortuna di stare sempre in un posto con l’aria condizionata, ma basta cambiar stanza, o uno sbalzo di temperatura, ed ecco riapparire quando meno ce le aspettiamo queste fastidiose macchie sulla camicia.

Come fare dunque per evitare che tutto ciò accada? La soluzione spesso varia a seconda del lavoro che si fa, di come ci si veste e del grado di sudorazione personale, ma questi primi passi che seguono dopo il salto possono aiutare nelle situazioni generali, quelle in cui è inevitabile “l’ascella pezzata” ma in cui sarebbe meglio mascherarla.

  • Trovare un deodorante anti-traspirante che va bene per voi. Assicurarsi che sia anti-traspirante (deve essere scritto sul dispenser). Un deodorante semplice è solo buono per mascherare l’odore, ma non per evitare le macchie da sudore.
  • Bere drink naturali che contengono molta vitamina B, la quale può aiutare a ridurre la produzione di sudore.
  • Indossare una maglietta di cotone, la quale vi aiuterà a tamponare il sudore prima che raggiunga la camicia. Provare anche delle toppe che permettono di far circolare l’aria sotto le ascelle, ma fare in modo che abbiano colori chiari, in modo che non si notino.
  • Quando si fa la doccia, utilizzare regolarmente un sapone anti-batterico e non indossare abiti in cui si era già sudato in precedenza.
  • Alcuni alimenti e bevande, come aglio, peperoncino, cipolla, carne rossa, cibi fritti, caffè e alcol, possono stimolare la sudorazione. Evitarli ogni volta che potete.
  • Se avete la tendenza a sudare eccessivamente in situazioni che vi rendono nervosi o ansiosi, curare la causa del problema. Tentate dunque con attività calmanti come lo yoga, la meditazione o l’ascolto di musica rilassante.
  • Alcune persone giurano che sfregare dell’aceto, o borotalco per bambini, succo di limone o alcool sotto le ascelle, possa funzionare. Noi lasciamo alla vostra scelta questi strambi tentativi.

Se avete ascelle sudate in modo più persistente, per cui  queste misure non funzionano, può darsi che siate affetti da una malattia nota come iperidrosi ascellare. Consultare il proprio medico, che può proporvi un medicinale anti-traspirante contenente una soluzione di cloruro di alluminio esaidrato o gel; darvi diversi farmaci per via orale per ridurre la sudorazione; raccomandare la ionoforesi, cioè una carica elettrica debole, espressa attraverso elettrodi collegati sotto le ascelle, i quali trasportano una sostanza chimica nella cute che fermerà le ghiandole sudorifere senza danneggiarle. Essa può causare dolore lieve, ma può essere molto efficace.

Infine, per i casi più gravi, esistono metodi più invasivi e costosi, come iniezioni di Botox, che devono essere ripetute ogni 6-16 mesi, oppure dei trattamenti chirurgici, compresa la liposuzione ascellare e la rimozione dei nervi che inducono il sudore o direttamente delle ghiandole sudoripare.

[Fonte: Health24]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>