Tessera sanitaria per gli stranieri, come richiederla

di Daniela 1

tessera sanitaria stranieri

In un post di qualche tempo fa abbiamo spiegato come richiedere la tessera sanitaria, un documento che serve per accedere alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e, quindi, ottenere farmaci, esami clinici e cure sanitarie. Esattamente con i cittadini italiani, anche quelli stranieri residenti in Italia in possesso di permesso di soggiorno hanno diritti ad avere la tessera sanitaria, vediamo, quindi, come fare a richiederla.

La prima cosa che bisogna fare per ottenere la tessera sanitaria è iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale direttamente presso l’Azienda Sanitaria Locale della zona nella quale abita; presso la Asl, inoltre, è possibile scegliere il medico di famiglia e il pediatra, eseguire le vaccinazioni obbligatorie e usufruire di esami e di visite specialistiche.

Contestualmente all’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale viene rilasciata la tessera sanitaria; per ottenerla occorre presentare i seguenti documenti: il certificato di residenza o un’autocertificazione sostitutiva, una copia del permesso di soggiorno e una copia del codice fiscale. Una volta presentati questi documenti, la Asl rilascerà una tessera provvisoria, mentre quella definitiva verrà recapitata direttamente all’indirizzo di residenza.

In alternativa, è possibile rivolgersi, con gli stessi certificati con in più l’aggiunta di una fotocopia del documento che attesta l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate più vicino. Per gli stranieri la tessera sanitaria ha la stessa durata del permesso di soggiorno.

In caso di smarrimento o di furto, può essere richiesto un duplicato della tessera sanitaria presso l’Asl di appartenenza e compilare un modulo per la denuncia oppure recandosi presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate; sempre presso l’Agenzia delle Entrate si può richiedere la correzione della tessera sanitaria in caso di dati anagrafici sbagliati.

I cittadini stranieri non in regola con le norme relative al permesso di soggiorno non possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale, ma hanno diritto alle cure sanitarie, non solo quelle urgenti di competenza del Pronto Soccorso, ma anche continuative; anche in questo caso bisogna rivolgersi alla Asl di appartenenza per conoscere le modalità di accesso a questo servizio.

 

[Fonte]

[Foto]

Commenti (1)

  1. Ciao, ma se lo/a straniero/a è comunitaria, quindi dell’unione europea, come bisogna fare? A me è stato detto che è necessario avere un lavoro altrimenti è a pagamento. Confermi?
    Grazie mille e complimenti per il blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>