Come risparmiare sulle cartucce della stampante

 
Marco
26 luglio 2011
Commenta

Avere una stampante in casa è una bella comodità, ma anche una grossa spesa visto che le cartucce di certo non sono economiche. E’ consigliabile acquistarle quasi sempre originali in quanto le sottomarche sono spesso inaffidabili, hanno una qualità scarsa e a volte disperdono l’inchiostro in maniera da annullare il risparmio. Eppure ci sono alcune tecniche che possono farvi spendere meno. Alcune riguardano il risparmio sull’inchiostro, altre invece sul costo della cartuccia. In questo articolo ci concentreremo su questo secondo punto.

Fase 1: Scambia il vecchio con il nuovo. La prossima volta che devi comprare una nuova cartuccia per la stampante, porta quella vecchia con te. La maggior parte dei negozi outlet prendono le vecchie cartucce vuote e vi faranno uno sconto sull’acquisto di una nuova. Questo avviene perché le vecchie cartucce verranno nuovamente riempite dai produttori che così risparmieranno sull’acquisto di materiali nuovi per produrre nuovi contenitori. In questo modo si dà anche una mano all’ambiente, che fa sempre bene. Attenzione però perché se la cartuccia è già stata riciclata altre volte, lo sconto potrebbe essere più basso o nullo. Le cartucce del toner sono costituite da parti molto complesse che si deteriorano dopo l’uso. Questo limita il numero di volte che può essere ricaricata.

Fase 2: Fare attenzione a non invalidare la garanzia. Se avete acquistato una cartuccia nuova, esaminare attentamente che sia effettivamente intatta in quanto alcuni rivenditori potrebbero rifilarvi una riciclata. Se così fosse non perdete la garanzia, in modo da farvi sostituire la cartuccia con una originale senza dover pagare nemmeno un centesimo.

Fase 3: Ricarica. Esistono dei kit di ricarica che vi permettono di comprare grandi quantità di inchiostro una volta per tutte, e poi farvi ricaricare di volta in volta la cartuccia, portando ad un consistente risparmio complessivo. Questa modalità è utile per gli utenti che stampano molto, specialmente a colori, ed hanno bisogno spesso di cambiare le cartucce.

Fase 4: Utilizzare meno toner. Quando si utilizza una cartuccia riciclata, non riempire il toner completamente, in particolare se è stato riempito già un paio di volte. Solo ¼ o mezzo può bastare. Nel caso in cui la cartuccia non funzioni più bene, non sarete costretti a buttare troppo inchiostro.

Articoli Correlati
Come risparmiare sulle vacanze estive

Come risparmiare sulle vacanze estive

La parola d’ordine dell’estate 2012 è “risparmiare”. Più di un terzo degli italiani, a causa della crisi, sarà costretta a non andare in ferie e tutti gli altri stanno cercando […]

Come risparmiare inchiostro nella stampante

Come risparmiare inchiostro nella stampante

Anche se ci troviamo nell’epoca dei tablet e molti “espertoni” hanno già recitato il de profundis per il supporto cartaceo, la stampa dei documenti rimane una pratica fondamentale per il […]

Come ricaricare la cartuccia della stampante

Come ricaricare la cartuccia della stampante

La sostituzione della cartuccia di inchiostro della stampante è un’operazione costosa. A seconda del tipo di cartuccia e di stampante, i costi possono variare da meno di 10 euro per […]

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Come risparmiare sulla bolletta della luce

La bolletta della luce incide in modo consistente sul vostro budget familiare? Ebbene sappiate che risparmiare si può, senza dover ricorrere necessariamente all’uso delle candele per illuminare o alle docce […]

Come risparmiare sulla bolletta dell’acqua

Come risparmiare sulla bolletta dell’acqua

Avete rischiato l’infarto l’ultima volta che il postino vi ha consegnato la bolletta dell’acqua? D’accordo, stiamo parlando di un bene di prima di necessità del quale non si può proprio […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento