Come imparare a pensare positivo

di Francesca Spanò 1

Il vostro collega è sempre sorridente, nonostante i problemi al lavoro e sembra affrontare tutto con una grinta e una forza fuori dal comune? Probabilmente è una persona ottimista e chi ha tale tendenza vive meglio e più a lungo, perchè riesce a sentirsi realizzato. Vedere il cosiddetto “bicchiere mezzo pieno“, infatti, fa apprezzare pure le piccole gioie della vita, di cui non a volte non ci accorgiamo nemmeno e combatte contro la vita moderna che ci bombarda di pensieri e preoccupazioni. Bisogna, insomma, essere felici del presente e, piano piano, magicamente le cose si aggiusteranno.

Chi vuole aumentare la propria serenità nei confronti della vita, può trovare ausilio pure nei rimedi naturali, a cominciare dal fiore australiano Sunshine Wattle. Serve soprattutto per le persone che hanno una visione nera dell’esistenza o che hanno avuto anni difficili alle spalle e non trovano più un varco di luce, nella tempesta spirituale personale. Prendetene sette gocce al mattino a sera per due settimane. Prima ancora di ciò, però, dovete imparare a sorridere di più, anche per migliorare la circolazione del sangue. Magari quando fuori fa freddo, potete riunirvi con i vostri vecchi amici e decidere di guardare un film comico insieme.

Imparate a gestire la rabbia, per non aumentare il rischio di avere incidenti o procurarsi lesioni, come conferma un recente studio. In più, innervosirsi facilmente indebolisce il sistema immunitario, mette l’individuo a rischio infarto e causa disturbi cardiocircolatori. Pensate a voi stessi in terza persona e chiedetevi se vi mostrate come una persona che gode appieno della vita. In questo modo, eventualmente, potrete correggere ciò che non vi convince e lavorarci sopra. Cercate di combattere anche gli stereotipi negativi: se ad esempio, credete che con gli anni vi trasformerete in esseri umani brutti e ammalati, avete ancora più possibilità di invecchiare diventando decrepiti. Cercate di sorridere di più e, se capita l’occasione, non esitate a ballare, giocare e divertirvi come facevate qualche anno addietro e la vita vi sembrerà più bella.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>