Office Gratis, le migliori alternative free

di Andrea 1

Al giorno d’oggi, tutto in un ufficio si fa attraverso l’uso del computer: la stesura di lettere ad aziende o enti pubblici, la compilazione di tabelle di calcolo e fatture, la realizzazione di relazioni di lavoro eccetera. Per fare tutto ciò, bisogna avere una serie di programmi adatti allo scopo, le cosiddette suite per l’ufficio. In quest’ambito, il prodotto più conosciuto (e costoso) è rappresentato senza ombra di dubbio da Microsoft Office ma esistono anche tante alternative che meritano attenzione e considerazione. Alternative rigorosamente gratuite.

Unica pecca – se così la possiamo definire – dell’Office di Microsoft, infatti, è che si tratta di un programma a pagamento il cui costo è anche abbastanza elevato. Ci sono però delle valide alternative alla suite di Redmond che, sorprendentemente, sono distribuite a costo zero. Se la cosa vi interessa ed abbiamo stuzzicato in qualche modo la vostra curiosità, di seguito ve ne illustriamo alcune.

OpenOffice

Il primo programma di cui vi parliamo, è la storica alternativa ad Office gratis. E disponibile per tutti i principali sistemi operativi sotto licenza open souce ed include un programma di videoscrittura (in alternativa al Word) un programma per l’elaborazione dei fogli di calcolo (in alternativa ad Excel) ed anche altri software per poter realizzare presentazioni (in alternativa al Power point), oltre a database e altri documenti  di lavoro. Purtroppo, il suo sviluppo non è più attivo come un tempo e, sia le prestazioni, sia la semplicità di uso del software hanno perso per strada rispetto alla concorrenza commerciale.

LibreOffice

Proprio per i motivi di cui sopra, alcuni programmatori di OpenOffice  si sono staccati dal progetto originale ed hanno creato questa nuova alternativa ad Office gratis. Anche se all’apparenza è pressoché identico ad OpenOffice “ sotto il cofano” presenta diverse ed interessanti novità fra cui l’importazione delle immagini in formato vettoriale  e la possibilità di salvare documenti in formato flat XML. E molto più attivo sul fronte dello sviluppo ed è ormai considerato da tutti la vera alternativa open a Microsoft Office.

Office 2010 Starter

Prodotto da Microsoft, consiste in una versione modernizzata del vecchio  Microsoft Works. Comprende delle versioni con una funzionalità ridotte di Word ed Excel ed è disponibile anche in italiano. Inoltre, al contrario della versione completa della suite, è possibile installarlo anche su una penna USB. Purtroppo al momento in cui scriviamo non sembra essere disponibile per il download, ma è comunque possibile trovarlo preinstallato in molti netbook in commercio.

AbiWord

Non è una suite completa, come le altre che vi abbiamo segnalato in questo articolo, ma è comunque un programma degno di nota. Si tratta di un word processor (un programma per la videoscrittura, dunque) gratuito ed open source che fa della leggerezza e della semplicità d’uso le sue armi principali. Non è bello da vedere come Word ma ha davvero poche funzioni da invidiargli per quanto riguarda l’utenza non professionale. Dispone ovviamente della funzione di controllo ortografico e fra i dizionari disponibili c’è anche quello italiano. Da provare, soprattutto su PC non recentissimi.

Floppy Office

L’ultimo programma che vi proponiamo è dedicato a chi si accontenta delle funzioni essenziali dei programmi per l’ufficio. Come lascia facilmente intuire il suo nome, Floppy Office è una sorprendente raccolta di strumenti gratuiti e no-install (funzionano tutti senza installazioni) pensati per l’elaborazione di testi, fogli di calcolo, la creazione di documenti PDF e molto altro ancora che potrebbe stare comodamente su un floppy disk per la sua grandezza. Ovviamente ora i floppy sono un supporto obsoleto, ma i programmini in questa raccolta no, quindi scaricateli, copiateli sulla vostra penna USB di fiducia e non ve ne pentirete.

[Photo Credits | Flickr]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>