Come riconoscere le fake news in rete?

di Valentina Cervelli Commenta

Basta girarsi in ogni angolo dei social network per incontrare delle fake news in grado di creare flame e liti tra gli utenti proponendo nella popolazione idee sbagliate relative a fatti occorsi: come riconoscere queste false notizie ed evitare di fare la figura degli stupidi nel momento in cui si viene a scoprire la verità?

Quello delle fake news è un problema per due motivi essenzialmente: il riguarda il tramandarsi di inesattezze relative a fatti di cronaca e politica che possono portare poi la popolazione a reagire in modo sbagliato perché condizionata da conoscenza errata, e il secondo è il guadagno che i gestori di questi siti riescono a produrre grazie alla scarsa capacità di chi legge di verificare che una notizia sia vera e non una stupidaggine.

Come riconoscere queste notizie false e tendenziose scritte solo per guadagnare sui click degli utenti nelle relative pagine? Molto semplice bisogna prima di tutto entrare nel motore di ricerca e di inserire le parole chiave relative alla notizia che si sta leggendo: se la notizia è reale è confermata si troveranno altri link relativi alla stessa. Altra cosa da fare è quella di verificare il linguaggio con il quale la notizia stessa è scritta: sebbene nella maggior parte dei casi la qualità sia pian piano migliorando, non è difficile comprendere tramite linguaggio scritto che il testo non è stato preparato professionalmente.

Bisogna dare un’occhiata anche titoli: di solito le fake news presentano dei titoli esagerati che puntano a creare sdegno e che già ad un primo sguardo presentano esagerazioni non tipiche di titoli scritti da personale qualificato e proveniente da siti o giornali iscritti al Tribunale e dotati di un direttore responsabile. Per essere sicuri basta visitare il sito nelle sezioni chi siamo e cosa facciamo: tutti i dubbi spariranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>