Come arredare un giardino al top

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare il giardino può essere un’esperienza molto gratificante, ma se all’interno dello stesso vi sono delle siepi o degli alberi da frutto abbandonati da tempo, affidarsi alla professionalità di un giardiniere rappresenta la soluzione perfetta.

In momenti di crisi si tende a tralasciare l’approccio professionale per quelle cose che si pensa di riuscire a fare da soli ma è importante rendersi conto che, quando si ha a che fare con uno spazio verde, affidarsi a personale qualificato rende possibile ottenere ottimi risultati sul lungo periodo.

Quanto costa assumere un giardiniere

Assumere un giardiniere per sistemare il proprio giardino significa agire su quelle che sono le criticità dello stesso e questo comporta spendere dei soldi. Motivo per il quale prima di eseguire la progettazione del giardino è importante avere una idea valida di quelli che saranno i possibili costi che si verranno a sostenere: saranno i preventivi con le loro voci ad indicare quanto investire per il proprio spazio verde. E’ importante che al loro interno vi siano elencati i prezzi relativi a:

  • Lavori Base
  • Manutenzione piante
  • Posa tappeto erboso
  • Potatura
  • (eventuali) Apprendisti collaboratori.

E’ evidente che il totale cambierà a seconda delle variabili coinvolte: il giardiniere potrebbe infatti avvalersi di alcuni apprendisti se la metratura da coprire dovesse essere molto importante. Un aspetto da non sottovalutare, sia dal punto di vista tecnico che economico, è quello della potatura: a seconda della tipologia di alberi e degli interventi da eseguire l’approccio ad una singola pianta potrebbe rivelarsi più costoso della manutenzione generale dell’area.

Preventivi: cosa è importante

Confrontare più preventivi eventualmente raccolti porterà ad avere una idea generale del costo degli interventi ed a valutare in modo adeguato quale sia il professionista più adatto alle proprie esigenze. Se si possiede un giardino medio-grande è consigliato affidarsi ad una persona esperta da assumere per diversi interventi di manutenzione a cadenza perlomeno mensile in modo tale da ottenere uno spazio ordinato e vivibile. Se al contrario ad aver bisogno di cure sono un grande terrazzo fiorito od un piccolo giardino interventi di tipo stagionale dovrebbero rivelarsi sufficienti.

Quando si assume un giardiniere è importante:

  • Verificare la sua iscrizione all’albo dedicato
  • Controllare che porti in dotazione l’attrezzatura necessaria
  • Confrontare il listino prezzi con gli attuali costi di mercato
  • Controllare la sua conoscenza della botanica.

La verifica dell’attrezzatura è necessaria soprattutto perché vi potrebbe essere la necessità di dover affrontare in prima persona i costi vivi di alcuni macchinari e questo rappresenterebbe un investimento importante da valutare con attenzione.

Sicurezza al primo posto

Quando si assume un giardiniere per sistemare il proprio spazio verde, verificare ed accertarsi che vi sia un approccio corretto alla sicurezza lavorativa è qualcosa di imprescindibile dal lavoro stesso. Potare alberi ed eseguire la manutenzione può coinvolgere strumenti pericolosi ed altezze ragguardevoli: è interesse di entrambe le parti assicurarsi che tutto sia in regola. E come accennato in precedenza, questo passa anche per la verifica delle qualificazioni per essere giardinieri.

In Italia questa figura professionale è nata nel 2016 e necessita una preparazione riconosciuta legalmente in ogni regione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>