Come chiedere il rimborso del canone Rai

di Mariposa Commenta

Avete pagato il canone Rai ma non dovevate farlo? C’è modo di correggere il problema, perché a partire dal 15 settembre, si può chiedere il rimborso della somma all’Agenzia delle Entrate. Come si fa? C’è un modello apposito da compilare messo a disposizione sul sito internet dell’Agenzia.

PC TV

Come si compila il modello per il rimborso? È suddiviso in 3 parti principali: una prima riguardante i dati del dichiarante, una seconda relativa più direttamente alla richiesta di rimborso e una terza in cui è necessario indicare la motivazione specifica della richiesta.

Nella parte “Dati generali” vanno indicati cognome, nome, data e luogo di nascita, codice fiscale e indirizzo mail del richiedente.

La presentazione della richiesta di rimborso può essere fatta anche da un erede di un soggetto deceduto: in tal caso, nella rispettiva sezione vanno indicati i dati anagrafici e il codice fiscale del soggetto deceduto. Nella sezione “Richiesta di rimborso” dovete riportare l’importo totale del rimborso richiesto, il codice Pod (relativo al punto di prelievo) e le singole fatture per le quali è richiesto il rimborso.

La somma totale che si richiede deve coincidere con quella dei singoli importi di ciascuna fattura. Infine, nella sezione “Descrizione sintetica del motivo” il contribuente deve indicare le motivazioni per le quali richiede il rimborso del canone RAI.

Come si invia? Utilizzando l’applicazione web sul sito dell’Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali di accesso dei servizi telematici. Per l’invio ci si può rivolgere anche ad un Caf. Altrimenti si può utilizzare il modello cartaceo reperibile sul sito dell’Agenzia e sul sito Rai dedicato al canone.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>