Come allevare il merlo indiano

di Valentina Cervelli 0

Come allevare il merlo indiano? Prendersi cura di questo intelligente e socievole uccello può rivelarsi un’esperienza grandiosa per coloro che lo accoglieranno nella propria vita. Scopriamo insieme cosa bisogna sapere per fornire a questo animale tutto ciò di cui necessita.

Come allevare il merlo indiano

Gabbia e giochi per il merlo indiano

Il merlo indiano, se opportunamente curato e gestito può rivelarsi interessante nelle interazioni tanto quanto un cane: le sue reazioni ed il rapporto che instaura con il proprio caregiver sono soddisfacenti per entrambe le parti. A livello fisico rispetto ad un classico merlo selvatico ha un becco arancione, delle sfumature gialle ai lati degli occhi e alcune bianche nei pressi delle zampe. Quel che è interessante è che al pari di quel che si può fare con un pappagallo è possibile insegnargli qualche parola: il merlo indiano ha infatti la capacità di copiare il suo umano se opportunamente istruito.

Per ciò che concerne il suo habitat domestico un merlo indiano può essere allevato in una gabbia classica o in una voliera, sia interna che esterna. Se si opta per la prima è bene acquistarla rettangolare in modo tale da fornirgli un angolo riparato. Scegliere una gabbia all’inglese è una delle migliori soluzioni perché presenta  ben cinque lati di cui tre chiusi da pannelli che riparano il volatile dalle correnti d’aria. Per ciò che concerne le cure al quale sottoporlo, pulire la gabbia quasi ogni giorno diventa d’obbligo: è importante che all’ìnterno non manchino mai dei posatoi in legno naturale, una vaschetta piena d’acqua sul fondo della gabbia nella quale fare bagno, giochi di differente tipo, un beverino e due ciotole per gli alimenti umidi e secchi. Sul fondo della gabbia è possibile inserire della segatura.

Movimento ed alimentazione del merlo indiano

Come allevare il merlo indiano

Per far si che un merlo indiano possa godere di una vita lunga e soddisfacente è necessario prestare attenzione alla sua alimentazione. In cattività esso si nutre di frutta principalmente, bacche, carne bollita, insetti e riso. Mela, arancia e kiwi sono i frutti più adatti alle sue esigenze mentre il volatile trova spesso molto piacevoli l’insalata, la cicoria selvatica, la rucola e la scarola. Tutti questi alimenti devono essere asciutti e lavati prima di essere dati al merlo indiano. Proteine e carboidrati devono essere forniti nel modo più digeribile per questo uccello, seguendo i consigli del veterinario. La carne deve essere bianca è necessario evitare di somministrargli fritti o cioccolato: quest’ultimo è particolarmente non indicato per la sua alimentazione.  Se ben curato il merlo indiano può arrivare a vivere anche fino a 20 anni, affezionandosi alla famiglia che lo ospita o ad un suo membro con molta facilità.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>