Come diventare Personal Trainer

di Gioia Bò 1

Come diventare Personal Trainer

Sempre più italiani si iscrivono in palestra per raggiungere/mantenere la forma fisica migliore, ma il lavoro con pesi e bilancieri può risultare del tutto inutile se non si viene seguiti da un valido istruttore, un Personal Trainer capace di indicare la giusta via per raggiungere in fretta l’obiettivo.

Non ci si improvvisa istruttori di fitness da un giorno all’altro, neanche se si è spinti dalle migliori intenzioni. Per diventare Personal Trainer occorre l’adeguata conoscenza della “materia” che si va ad insegnare e tanta esperienza sul campo.

E allora andiamo a vedere nel dettaglio come si diventa Personal Trainer, nella speranza che queste poche righe possano essere utili a quanti vogliono fare di questa passione un vero e proprio lavoro all’interno dei centri fitness.

La strada più sicura per diventare Personal Trainer è quella che parte dall’università ed in particolare dalla Facoltà di Scienze motorie. Bastano tre anni per conseguire una laurea breve, mentre se ci si vuole specializzare ne occorrono cinque. Presentare una laurea ad una palestra, equivale nella maggior parte dei casi ad avere un posto assicurato, poiché per insegnare fitness occorre avere delle cognizioni difficilmente raggiungibili al di fuori dell’ambiente scolastico.

Questo però non significa che un Personal Trainer debba necessariamente essere laureato. Ci sono infatti dei corsi alternativi organizzati da circoli sportivi o da associazioni legate alle varie Federazioni, che permettono di conseguire un attestato valido per l’insegnamento nelle palestre.

Il vostro Personal Trainer non ha alcun pezzo di carta da esibire? Beh, può accadere anche che un istruttore abbia acquisito una così ampia esperienza sul campo, da poter essere considerato Personal Trainer a tutti gli effetti. Attenzione però, perché se decidete di seguire la via della sola esperienza, sappiate che non tutte le palestre saranno disposte ad assumervi. Ci sono centri fitness che richiedono il famoso pezzo di carta, senza il quale vi sarà impossibile lavorare.

Insomma, di strade per diventare Personal Trainer ce ne sono diverse: l’importante è impegnarsi per raggiungere l’obiettivo e non arrendersi al primo ostacolo.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>