Come fare l’Amatriciana

di Gianni Puglisi 0

L’Amatriciana è un piatto della tradizione italiana molto apprezzato. Ci sono diverse varianti e i puristi spesso discutono se sia meglio la pancetta o il guanciale, se ci voglia la cipolla o l’aglio oppure nulla. Ecco quindi la ricetta della nostra Amatriciana.

Come fare l'Amatriciana

 

Ingredienti per 4 persone

  • 100 grammi guanciale
  • 320 grammi pasta di semola
  • 40 grammi pecorino
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • 300 grammi pomodori maturi

Preparazione

Tagliare a dadini il guanciale, eliminando le parti dure o eventuale cotenna rancida. Poi mettete questo prodotto in una padella antiaderente e fatelo rosolare molto bene. Se volete potete aggiungere un po’ di olio e in ultimo anche un piccolo peperoncino. A parte pelate i pomodori maturi, facendoli prima scottare in acqua calda. Tagliateli a dadini, eliminando anche i semini.

Quando il guanciale sarà perfettamente dorato, aggiungete il pomodoro e fateli cuocere a fuoco vivo, finchè il sugo non avrà la giusta consistenza. Regolate di sale e di pepe. Ora calate la pasta: bucatini o spaghetti cotti in acqua bollenti e scolati perfettamente al dente. Aggiungete la pasta nella padella e finite la cottura. Qualcuno potrebbe anche utilizzare un cucchiaio di acqua della pasta, come ultimo tocco finale.

L’amatriciana deve essere finita con una abbondante spolverata di pecorino. Quello ideale è quello di Amatrice, cittadina in provincia di Rieti da cui prende il nome la ricetta. Il pecorino romano è eccellente, ma gli estimatori potrebbero considerarlo un po’ troppo salato. Potete ovviamente anche usare cipolla o aglio, ma il sapore di questo sugo è così deciso che non ha bisogno di altri aromi o profumi.

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>