Come fare il castagnaccio

di Giulia Tarroni 0

Il castagnaccio è un dolce tipico delle zone appenniniche dal Piemonte, alla Liguria, fino all’Emilia Romagna, a base di uno dei frutti tipici di questa stagione autunnale: le castagne. Un dolce povero, in quanto le castagne erano uno degli ingredienti dell’alimentazione contadina di quelle zone. Ecco come realizzarlo.

Come fare il castagnaccio

Ingredienti:

  • 250 grammi di farina di castagne
  • 300 ml di acqua
  • 30 grammi di uvetta
  • 30 grammi di pinoli
  • rosmarino fresco
  • olio extravergine d’oliva e sale q.b.

Procedimento:

Per prima cosa mettete l’uvetta ammollo per farla ammorbidire, poi prendete la farina di castagne ed il sale e mettete il tutto in una ciotola, sbattendo ben bene il composto con la frusta fino a quando non sarà tutto liscio ed omogeneo, senza grumi.

In una padella tostate per un paio di minuti al massimo, i pinoli, rendendoli così croccanti, aggiungete sempre nella padella l’uvetta strizzata e fate saltare per un altro paio di minuti: aggiungete infine il tutto all’impasto principale. Prendete una  teglia, ungetela e versate il composto, infornate e aggiungete sopra aghi di rosmarino, uvetta e altri pinoli.

Cuocete per dieci minuti a 200 gradi, poi alzate la temperatura a 220 gradi e lasciate cuocere ancora per 20-25 minuti, quando noterete un bel colorito abbrustolito e delle crepe allora il vostro castagnaccio sarà pronto!

Foto credit Thinsktock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>