Come fare una collana con pietre dure, sassi e conchiglie

di Mariposa 0

 

Come fare una collana con pietre dure, sassi e conchiglie

È quasi tempo di andare in vacanza ed è abbastanza normale tornare dal mare con qualche bel ricordo: un sasso levigato dalle onde, una conchiglia particolare o magari qualche pietra dura comprata sulle bancarelle. C’è chi raccoglie questi oggetti in grandi vasi di vetro come decorazione della casa di villeggiatura o del bagno e chi, un po’ più creativo, è in grado di realizzare qualche accessorio originale.

 Con questa tecnica, davvero facilissima, sarete in grado di trasformare sassi, conchiglie e pietre dure in belle e originali collane, molto divertenti da indossare in estate, ma anche in inverno per andare in ufficio in città. Quale materiale serve?

  • Conchiglie, pietre dure e sassi. Davvero potete lasciare libera la fantasia e usare qualsiasi oggetto da voi reperito. Verificate solo che abbiano una certa durezza e che la forma sia originale. Poi considerate che non deve diventare troppo pesante la collana o farete fatica a indossarla, quindi evitate pezzi più grossi di 3 cm.
  • Minitrapano. È uno strumento indispensabile per forare le vostre decorazioni. Non è possibile fare diversamente, soprattutto se sono oggetti molto spessi. In linea di massima il costo varia dai 20 al massimo ai 50 euro e ovviamente è una spesa che dovete fare una volta sola.
  • Colla cianoacrilica ovvero la colla super resistente, quella che si utilizza per il modellismo perché ad altissima presa e soprattutto tenuta. Fate molta attenzione a non sporcarvi le dita (si consiglia l’utilizzo di guanti in lattice) e ai vapori tossici.
  • Una mola per modellare le pietre
  • Un tronchetto per tagliare i fili di ferro
  • Filo di ferro o fettuccia
  • Filo d’argento
  • Una clip o un moschettone per la chiusura
  • Palline d’argento. Quest’ultimo elemento è stato messo per ultimo perché è facoltativo. Se volete staccare un pochino i colori o i materiali, potete usare i classici pallini in argento. Alcuni sono realmente in questo materiale, ma ci sono anche quelli sono in bagno di silver o di acciaio. I prezzi ovviamente cambiano in base alla qualità e a quanto siete disposte a spendere.

Pulire e molare le pietre

Prima di iniziare a infilare le vostre pietre o semplici sassi, dovete lavarli, soprattutto se le avete raccolte in spiaggia o su un sentiero di montagna.  Usate una piccola spazzolina e un po’ di acqua tiepida, per rimuovere tutti i residui di terra. La stessa operazione va fatta anche per le conchiglie. Prendete poi la vostra piccola mola e limate quelle zone un po’ troppo appuntite, per evitare di pungervi mentre le indossate e magari dare una forma un po’ più equilibrata. È ovvio che non siete obbligati, dipende dal risultato che volete ottenere.

Forate i sassi

Una volta preparate le vostre decorazioni, vanno forate per poter essere infilate. In che modo? Ovviamente utilizzando il minitrapano. Appoggiaveti su un piano e possibilmente, rivestite la superficie con della carta o dei teli. Si tende a fare davvero tanta polvere. Cercate di forare un punto un po’ spesso e abbastanza centrale, per evitare di crepare il sasso o la pietra. Per quanto riguarda le conchiglie, meglio sempre, scegliere la zona vicina alla “cerniera”. Una volta realizzati i fori ed eliminata la polvere, infilate all’interno qualche goccia di colla e un filo in argento. Con le estremità (che escono dai bucini) fate delle asolette: vi serviranno come ganci. Attenzione, potete anche infilarle tutte insieme, non c’è un unico modo per realizzare le vostre collane.  Questa proposta deriva da fatto che se la pietra è molto grossa non potete pensare di attraversarla tutta con un foro, meglio fare quindi due buchini ai lati opposti e infilare l’argento.

Infilare la collana

Ora siete pronte per infilare la vostra collana. Se i buchi attraversano perfettamente le pietre, non dovete far altro che prendere il vostro fil di ferro o la fettuccia colorata in stoffa e infilare ogni pezzo fino a comporre la vostra collana. Ricordatevi di prevedere un moschettone alla fine o un alamaro per fermare la collana. Se lo desiderate, intervallate i sassi e le conchiglie con qualche pallino in argento. Invece, se avete messo il filo d’argento, dovete aprire le asoline e attaccarle una all’altra come se fossero dei piccoli moschettoni. E’ molto importante che siano ben chiuse e soprattutto che la colla sia asciugata bene.

Photo Credit| ThinkStock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>