Come fare i fiori di perline

di Gianni Puglisi 0

Come fare i fiori di perline

I fiori di perline sono belli, luminosi, decorativi e soprattutto hanno numerosi usi. Possono diventare dei ciondoli o delle spille, ma sono anche bellissimi nella decorazione della casa. È possibile, infatti, trasformarli in portatovaglioli per impreziosire la tavola, alternarli in composizioni floreali con fiori di carta o anche veri o usarli per chiudere un pacchetto speciale.

Insomma, sono davvero numerose le cose che si possono fare con queste particolari creazioni, che trovo adorabili anche come fermacapelli o come mollettine, soprattutto se amate gli chignon. Si prestano benissimo per completare un look un po’ vintage.

Come si realizzano? Se già siete pratici nella realizzazione di gioielli fai da te (e qui su Come fare tutto abbiamo numerosissime guide per soddisfare le vostre esigenze e passioni, soprattutto con le perline), non dovreste avere alcuna difficoltà. Caso contrario, seguite attentamente i nostri passi e soprattutto siate pazienti.

Non è un lavoro complicato, ma richiede molta attenzione, perché è necessario lavorare con pezzi piccolissimi e soprattutto stare attenti a dettagli. Pronti per cominciare? Prima di tutto raccogliete il materiale. Ecco che cosa vi serve:

 

  • Tronchesino (nei negozi di hobbistica sapranno sicuramente consigliarvi quelli più adatti a quest’attività);
  • Forbici;
  • Nastro guttaperca (è il classico nastro verde dei fioristi. Se non lo trovate, prendete del nastro isolante, possibilmente verde, altrimenti anche nero va bene lo stesso);
  • Perline (il consiglio in questo caso è di usare tanti colori diversi, ma almeno all’inizio un’unica forma. Quando sarete più esperti potrete divertivi ad associare anche decorazioni differenti. Per quale motivo? È più difficile rispettare l’armonia del fiore e anche le forme);
  • Filo (si consiglia un filo zincato sottile. Deve entrare nel foro delle vostre perline, quindi non dovrà superare il numero 40);
  • 1 perlina grande o un bottone (quest’ultimo pezzo vi deve servire per realizzare il cuore del fiore, dove ci sono gli stami. Se cercate di essere verosimili usate il giallo, altrimenti sarà bellissimo anche un altro colore, possibilmente luminoso e un po’ trasparente per dare al fiore un tono prezioso).

Creare un fiore con il filo. Prendete il vostro filo e create quattro asole. La cosa migliore sarebbe tenere il filo unito e realizzare con le mani una sorta di margheritona, se però vi risulta difficile, tagliate quattro pezzi, tutti della stessa dimensione e fate quattro petali. Infilate al centro il bottone o la perlina più grande e fermatela con del nastro. Questo è lo scheletro del vostro fiore, ora potete incominciare a riempirlo.

Infilare le perline. In ogni asola, ora, infilate le vostre perline. Devono essere vicine, vicine e ben strette. Non lasciate spazi, perché il filo sotto non si deve assolutamente vedere. Quando avete fatto chiudete bene il filo, arrotolandolo sotto la perla centrale e tagliando la parte in eccesso.

Fare il gambo. A questo punto agganciate, sempre sotto la perla centrale, un filo e ricopritelo completamente di nastro. Sarà il vostro gambo. La lunghezza? Ovviamente dipende dalla composizione floreale che volete realizzare. Se il vostro accessorio non sarà all’interno di un bouquet, non mettete quest’ultima parte, ma prevedete un gancino se deve diventare un ciondolo o un portachiavi o magari un semplice nastro di raso se deve fungere da portatovagliolo.

Fare le foglie. Le foglie si realizzano esattamente come i petali. In questo caso, avrete bisogno di perline verdi e vanno fermate proprio sullo stelo o gambo con il solito nastro guttaperca verde. Un piccolo trucchetto, cercate di infilare la zona di chiusura sotto il filo già presente sul gambo, per poi chiudere e rifinire con un secondo giro di nastro. In questo modo dovrebbe vedersi meno lo stacco e ovviamente avere un effetto meglio rifinito.

 

Photo Credit| ThinkStock

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>