Come fare il gelato fritto

di Marco 1

Il gelato fritto è un dolce noto a noi perché diffuso nei ristoranti cinesi, ma in pochi sanno che la sua origine è messicana. Una delle caratteristiche vincenti del gelato fritto è che, nonostante all’apparenza sembri complicato, è invece abbastanza facile da preparare. Ecco di seguito le istruzioni su come fare il gelato fritto.

Fase 1: Raffreddare la teglia. È necessario congelare la teglia in freezer per circa un’ora prima di iniziare, altrimenti il gelato comincerà a sciogliersi appena lo si appoggia su una superficie a temperatura ambiente. Procurarsi della carta forno da usare come base dove lavorare il gelato.

Fase 2: Prendere il gelato. Dopo che la teglia si è raffreddata, il passo successivo è quello di scegliere il gelato per friggerlo. Essenzialmente ogni tipo di gusto può essere utilizzato, ma la maggior parte dei cuochi utilizza la vaniglia perché dicono sia il gusto migliore per questa ricetta grazie alla capacità di guarnizione maggiore di altri. Non c’è differenza se il gelato sia acquistato o fatto in casa, assicurarsi soltanto che sia ben congelato in modo da evitare che si sciolga durante la frittura. Prendere le palline di gelato e fare in modo che siano il più rotonde e compatte possibile.

Fase 3: Aggiungere praline. Il passo successivo consiste nel prendere delle praline, che possono anche essere alcune briciole di biscotti, e cospargerle sulla carta forno. Rotolare le palline di gelato sul foglio in modo che le briciole dei biscotti aderiscano alla superficie del gelato. Potrebbe essere necessario premere la palle sulle briciole se queste non si attaccano. È anche possibile utilizzare cereali con o in alternativa alle briciole dei biscotti. Lo strato intorno alla pallina dev’essere spesso. A questo punto prendete le palline piene di briciole e congelatele per un’altra ora.

Fase 4: Frittura. Passata l’ora, riscaldare una padella con un po’ di olio di cocco e poi aggiungere le palline ancora congelate. Assicurarsi che si friggano a fuoco basso per circa un minuto/un minuto e mezzo. Non più a lungo altrimenti la pallina rischia di ammorbidirsi e sciogliersi. L’obiettivo in realtà è di cucinare solo le briciole sulla superficie delle palline, e non il gelato al suo interno.

Fase 5: Asciugare. Dopo la cottura, posizionare le palline di gelato in un vassoio che è stato coperto con alcuni tovaglioli. La carta sarà in grado di assorbire l’olio e renderà le palline di gelato meno grasse. Dopo che l’olio in eccesso è stato rimosso, se volete potete aggiungere qualche guarnizione come cannella o zucchero a velo, o della panna montata.

Complimenti, il vostro gelato fritto è pronto!


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>