Come fare segnaposti natalizi in pasta di sale

di Mariposa 0

Come fare segnaposti natalizi in pasta di sale

La tavola di Natale, in tutte le case, è da sempre la grande protagonista e va apparecchiata con una certa cura. Tempo fa vi abbiamo dato qualche consiglio per realizzare dei segnaposti, molto semplici e originali. Oggi abbiamo creato un tutorial per farli con pasta di sale. Si tratta di un hobby creativo semplice e piacevole, che potete tranquillamente fare in compagnia di un bambino.

Il bello di questi oggetti, tra l’altro, è che si trasformano in regalini. I vostri ospiti quindi sono invitati a portarli a casa come ricordo di questo prezioso Natale passato insieme. Di cosa avete bisogno? Prima di tutto di pasta di sale, che si può fare in casa o acquistare già pronta (non ne vale la pena). Se desiderate lavorare con cura, eccovi la ricetta:

  • 1 tazza di sale fino
  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza d’acqua tiepida

In una ciotola, mescolate farina e sale. Poi aggiungete l’acqua e impastate. Cercate di capire con le mani la consistenza dell’impasto: non deve essere né appiccicoso né troppo secco. Nel primo caso aggiungete farina, nel secondo acqua. La pasta dura per circa una settimana in frigorifero, ben chiusa in un contenitore ermetico.

A questo punto avete bisogno di tavolo su cui lavorare, possibilmente con una spianatoia per non sporcare ovunque, e i seguenti prodotti:

  • colori a tempera
  • pennelli
  • 1 pennarello nero, dorato o argento
  • nastrino
  • Gancino a vite se desiderate che i vostri segnaposti siano anche addobbi per l’albero
  • Stampini: utilizzare le formine è decisamente più facile. Se lo desiderate potete anche creare con le mani dei babaccini, proprio come il Babbo Natale che vedete nella fotografia in alto. Che ne dite?

Stendete quindi la vostra pasta, che deve essere spessa circa un centimetro. Non state troppo sottili o rischierete di rompere l’oggetto con troppa facilità. Poi con le formine realizzate i vostri segnaposti. Potreste fare delle stelle, delle campane, dei fiocchi di neve, ma anche dei pupazzi di neve o dei Babbi Natali.

Ora potete scegliere se fare un forellino, per poi far passare un nastrino o infilare un gancino a vite. È una scelta assolutamente personale.  Avete fatto? Benissimo! I vostri segnaposti vanno fatti cuocere. È ideale, per velocizzare i tempi infilarli nel forno a 150 gradi per circa 10 minuti. Mi raccomando non si devono bruciare. Nel dubbio lasciate lo sportello del forno un pochino aperto. La cottura consiste nell’asciugatura della pasta: non sono dei biscotti e non devono frantumarsi.

I segnaposti devono poi raffreddarsi. Lasciateli quindi riposare per circa un’ora sulla teglia del forno. In un secondo momento, potete dipingerli. In questo caso, liberata la fantasia. Ovviamente potete usare tutti i colori del mondo, ma se state su quelli natalizi è decisamente meglio. Se avete scelto una tavola con un cromatismo particolare, rispettate l’abbinamento. È ovvio che Babbo Natale blu non ha molto senso.  Colorate davanti e dietro. Poi fate asciugare.

A questo punto con il pennarello scrivete il nome del vostro ospite. Cercate di scrivere in corsivo o comunque con una calligrafia leggibile e decorativa. Lasciate poi asciugare. Se desiderate che i vostri segnaposti siano lucidi soprattutto non abbiano problemi di resistenza, sigillateli usando una vernice trasparente. È un prodotto che trovate nei negozi di decoupage.

Non dimenticativi di non esagerare con il glitter perché i brillantini a tavola non sono mai molto piacevoli (finiscono sul cibo). Potete poi aggiungere dei dettagli a vostri segnaposti in stoffa come un cappellino, una cravatta o un fiocco. In questo caso, usate la colla a caldo. Ne basteranno davvero poche gocce per incollare la decorazione. Infine, i segnaposti possono essere appoggiati sul tovagliolo, sul piatto o accanto al bicchiere.

Photo Credit| ThinkStock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>