Come imbottigliare il vino

di Gianni Puglisi 0

Come imbottigliare il vino

Quella di comprare il vino sfuso per poi imbottigliarlo a casa è un abitudine che sta prendendo sempre più piede anche per motivi economici: comprare il vino senza l’imballaggio e pubblicità varia permette di risparmiare diversi soldi. Dato che spesso il vino sfuso viene conservato nelle damigiane, una volta acquistato bisogna trasferirlo subito nelle bottiglie; vediamo, quindi, come fare a imbottigliare il vino, quando è il momento giusto e altri utili consigli per eseguire al meglio questa operazione.

Come imbottigliare il vino

Per imbottigliare il vino bisogna munirsi di bottiglie di vetro, tappi, una canna o un tubo di plastica per il travaso dotato dell’apposita valvola, e la macchina tappatrice per sigillare i tappi. Per prima cosa, controllate che le bottiglie siano perfettamente pulite e asciutte, in quanto anche un piccola traccia di umidità potrebbe provocare l’insorgenza della muffa. Anche i tappi devono essere integri e di buona qualità, scartate quelli con delle striature visibili, potrebbero provocare la muffa e il cosiddetto “sapore di tappo”.

Passiamo ora alle fasi dell’imbottigliamento vero e proprio. Sistemate la damigiana nella quale è contenuto il vino in posizione più alta rispetto alla bottiglia e infilate il tubo di plastica all’interno sia della damigiana che della bottiglia, inserendo in quest’ultima il lato del tubo con la valvola, apritela e riempite la bottiglia fino quasi all’orlo in modo da lasciare la giusta quantità di ossigeno e il gioco è fatto.

Ripetete l’operazione fino alla fine del vino a disposizione oppure fino alla quantità di bottiglie da riempire che si hanno a disposizione e poi procedete con la chiusura della bottiglia. Per questa fase si può usare l’apposita macchina tappatrice sia nel caso in cui usiamo i tappi di sughero che quelli a corona; basterà porre la bottiglia sotto alla macchina, appoggiare il tappo all’imboccatura e girare la manovella della tappatrice per chiudere perfettamente le bottiglie.

Quando imbottigliare il vino

Secondo la tradizione, per imbottigliare il vino bisogna seguire le fasi lunari, quarti compresi; ecco le varie fasi della Luna con l’indicazione del tipo di vino da imbottigliare in quel momento:

Luna nuova: periodo non consigliato per lavorare vini.
Primo quarto: periodo per ottenere vini frizzanti.
Luna piena: periodo favorevole per tutti i tipi di vino.
Ultimo quarto: periodo per imbottigliare vini da invecchiamento e vini dolci.

Imbottigliare il vino, consigli utili

Infine, ecco qualche consiglio che vi potrebbe essere utile durante l’imbottigliamento:

  • imbottigliate il vino una giornata bella e non ventosa;
  • non conservate i tappi in luoghi umidi e freddi;
  • avvinare sempre le bottiglie prima di usarle;
  • non servite subito il vino appena imbottigliato: aspettate almeno un paio di giorni.

 

Photo Credit: Thinkstock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>