Come offrire passaggi in auto con il ride sharing

di Andrea Commenta

Ride sharing

Sempre più persone amano viaggiare ed impiegare il proprio tempo libero per conoscere città diverse e usi e costumi di altre popolazioni. Però con il costo non proprio accessibile a tutti di treni ed aerei molto spesso il bisogno di viaggiare si limita al solo periodo, almeno per chi se lo può permettere, delle vacanze.

L’unica alternativa per viaggiare a costo zero rimane il caro vecchio autostop. Però a parte le interminabili attese sotto il sole o la pioggia sul ciglio di una strada, in attesa che qualcuno sia disposto ad offrirci un passaggio, resta l’incognita, sia da parte di chi offre il passaggio sia da parte di chi lo richiede, se ci si possa fidare l’uno dell’altro .

Oltretutto, poi non è sicuro che quel passaggio così difficilmente ottenuto, ci porti fino all’indirizzo da raggiungere o solo ci avvicini ad esso e quindi in tal caso, bisogna poi trovare un secondo passaggio o raggiungere la meta prefissa a piedi.
Grazie all’avvento di Internet, anche il viaggiare in autostop oggi è possibile senza pericoli, senza lunghe attese e con la sicurezza di arrivare proprio all’indirizzo della nostra meta.

Tutto ciò è possibile grazie a BlaBlaCar un sito che permette di offrire passaggi in auto con il ride sharing. Infatti scopo del sito è quello di mettere in contatto chi ha un’auto, con passeggeri che hanno la stessa meta e con cui condividere le spese di viaggio.

Questa è un’ottima opportunità da cogliere anche da chi per ragioni di lavoro o studio risiede in una città diversa da quella d’origine e che per evidenti ragioni economiche deve restare molto tempo senza potersi ricongiungere con la propria famiglia. Grazie a BlaBlaCar, potrebbe mettersi in contatto con un utente che ha un’auto e che avendo la sua stessa situazione di pendolare periodicamente torna a casa. Potrebbero così guadagnarci in due, dividendo le spese del viaggio e facendosi compagnia.

Direte “non sempre è piacevole fare viaggi con sconosciuti con abitudini diverse dalle nostre!” Ma grazie a BlaBlaCar, anche questo scoglio è superato. Infatti il sito ha studiato un sistema per come offrire passaggi in auto con il ride sharingottimali. Per poter fare ciò dovete semplicemente iscrivervi al sito riempendo una pagina con il vostro profilo dove andrete a descrivere i vostri interessi, le vostre abitudini, ciò che vi piace, i vostri gusti musicali, se parlate lingue straniere, se siete allergici agli animali, se siete o meno fumatori, se amate viaggiare con la musica accesa o meno ecc.

Dovete poi indicare se vi piace parlare mettendo un segno su BlaBla o se amate viaggiare in silenzio, in tal caso mettendo un segno su Bla. I viaggi tramite il sito si possono sviluppare in due modi. Potete infatti scambiare messaggi con conducenti di auto senza rivelarvi i reciproci recapiti e solo una volta che avete raggiunto un accordo col conducente BlaBlaCar provvederà tramite un SMS a farlo. Inoltre il sito vi fornisce una mappa con i punti di incontro e di arrivo tra guidatore e autostoppista e vi segnala il modello e il colore della vettura del conducente che avete scelto in modo da poterlo facilmente individuare.

L’altro modo che adotta il sito per offrire passaggi in auto con il ride sharing, è tramite un motore di ricerca dove semplicemente indicando il luogo e la data di partenza e l’arrivo, vi verranno elencati in ordine cronologico tutti i nominativi che potrebbero fare al caso vostro.

Inoltre il sito provvederà a fornirvi il modello dell’auto e una sua foto in modo tale che possiate rendervi conto delle vostre condizioni di viaggio. Provvederà infine a calcolare quanto vi costerà il viaggio così organizzato tenendo presente che i prezzi non possono essere innalzati oltre un certo limite affinché entrambi i viaggiatori ne traggano il proprio beneficio economico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>