Come partorire in acqua

di Gioia Bò 1

Come partorire in acqua

Chi ha dei figli, piccoli o grandi che siano, sa quanto è importante il momento del parto, l’attimo in cui il sogno diventa realtà e si concretizza nella nascita del bambino. Un momento importante, ma anche piuttosto delicato sia per la mamma che per il bambino, sottoposti ad un enorme stress che a volte può trasformarsi in un vero e proprio trauma.

E allora perché non considerare l’idea di un parto quanto più naturale e sereno possibile, come può esserlo un parto in acqua? Ebbene sì, si può partorire anche in acqua con grandi vantaggi sia per la mamma che per il neonato che troveranno nell’ambiente acquatico la situazione ideale per superare brillantemente questo delicato momento.

D’accordo, ma come fare e a chi rivolgersi per partorire in acqua? Subito dopo il salto troverete tutte le indicazioni utili per questo tipo di operazione.

Cominciamo col dire che partorire in acqua non significa immergersi nella vasca da bagno della propria casa né tantomeno recarsi in piscina al momento delle doglie. Occorre rivolgersi ad una struttura attrezzata che abbia apposite vasche per questo tipo di “interventi”. Si tratta di vasche munite di un particolare meccanismo che garantisce il ricambio continuo dell’acqua, pur mantenendo la temperatura sui 37 gradi.

La partoriente si immergerà all’interno della vasca al momento del travaglio ed avrà grandi benefici sia in termini di tempo (il travaglio è più breve) sia in termini di dolore fisico, considerando che l’acqua ha un effetto massaggiante sul corpo. Per il neonato, poi, c’è il vantaggio di passare dal liquido amniotico ad un altro liquido, il che risulterà meno traumatico al momento della venuta alla luce.

Non ci sono controindicazioni per questo tipo di parto, a meno che la mamma non sia affetta da qualche particolare patologia. A chi rivolgersi per partorire in acqua? In Italia ci sono diverse strutture attrezzate, praticamente in tutte le regioni, ed è quindi abbastanza semplice orientarsi nella scelta. Seguite questo link e scegliete la struttura più vicina alla vostra zona, quindi consigliatevi con il vostro ginecologo e… tanti auguri!


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>