Come personalizzare la barra Dock del Mac

di Andrea 0

Come personalizzare la barra Dock del Mac

Avete acquistato da poco il vostro primo Mac e non avete ancora familiarizzato con la barra Dock del sistema operativo Apple? Lo sappiamo, l’approccio è abbastanza differente da quello che si può avere con la barra delle applicazioni di Windows ma possiamo garantirvi che non è nulla di complicato. Anzi, entro qualche giorno sarà proprio la barra Dock di OS X che vi mancherà quando utilizzerete Windows. Quindi diremmo di non perdere più tempo e provare ad imparare insieme come personalizzare la barra Dock del Mac.

Modificare le icone

La prima domanda che viene da farsi guardando la Dock bar di OS X è quella relativa a come spostare, aggiungere e rimuovere le icone da quest’ultima. La risposta é per tutte e tre le domande la medesima: usare il mouse.

Per spostare le icone già presenti nella barra, basta infatti selezionarle con il mouse, tenere premuto il tasto e spostarle nel punto della Dock desiderato. Per rimuoverle basta trascinarle nell’icona del Cestino, mentre per aggiungerne di nuove non occorre far altro che selezionare l’icona dell’applicazione o della cartella da inserire nella barra e trascinarla su quest’ultima.

Per una personalizzazione più precisa, vi invitiamo a leggere i nostri approfondimenti: come cambiare le icone delle applicazioni su Mac e come aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X.

Dimensioni e animazioni

Oltre alle icone, gli elementi della barra Dock che si possono personalizzare maggiormente sono le dimensioni e le animazioni della barra stessa.

Nel primo caso, per rendere più piccola o più grande la Dock bar, basta posizionare il mouse sul divisore che si trova in basso a destra (fra le icone delle applicazioni e quelle delle cartelle), cliccare e andare su e giù con il mouse.

Se si vogliono cambiare o attivare delle animazioni, invece, bisogna recarsi nelle Preferenze di sistema e cliccare sull’icona Dock. A questo punto, è possibile attivare l’effetto ingrandimento per le icone al passaggio del mouse (mettendo la spunta su Ingrandimento) e cambiare l’animazione che si verifica quando si minimizzano le finestre (usando il menu a tendina Effetto contrazione).

Posizione e 2D

Un’altra impostazione fondamentale della Dock bar che si può regolare nelle preferenze di sistema è la posizione della barra sullo schermo: c’è quella standard centrale oppure si può decidere di spostarla a sinistra o a destra della scrivania.

Se si sposta la barra Dock su uno dei due lati del desktop, questa perde la sua tridimensionalità (ossia il piano opaco che si trova sotto le icone) e diventa bidimensionale, come nelle versioni più datate di OS X.

In realtà esiste anche un trucchetto per far diventare la barra Dock 2D pur facendola restare in basso al centro. Bisogna avviare il Terminale e dare uno dietro l’altro i seguenti comandi:

  • defaults write com.apple.dock no-glass -boolean YES
  • killall Dock

Una volta eseguito il comando, la barra Dock scomparirà per qualche secondo per poi ricomparire in versione 2D (con sfondo dark). A molti utenti piace, in quanto facilita l’individuazione delle icone nella Dock e la rende più snella per il sistema, ma è possibile tornare indietro in qualsiasi momento e ripristinare la Dock 3D. Basta tornare nel Terminale e dare i seguenti comandi.

  • defaults write com.apple.dock no-glass -boolean NO
  • killall Dock

Et voilà, in pochi e semplici passaggi avete imparato come personalizzare la barra Dock del Mac. Scommettiamo che già avete memorizzato tutto alla perfezione e non rimpiangete nemmeno un po’ la vecchia barra delle applicazioni che vi ha fatto compagnia per anni su Windows. Vero?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>