Come pulire e conservare le lenti a contatto

di Gioia Bò 1

Come pulire e conservare le lenti a contatto

Da qualche anno a questa parte l’uso delle lenti a contatto ha subito una notevole impennata, sia per ragioni di tipo estetico sia per la maggiore praticità rispetto ai classici occhiali.

In commercio ne esistono diversi tipi (rigide, semirigide, morbide, permanenti, usa e getta…) a seconda del difetto visivo o del livello di sopportazione dell’occhio, ma non è poi così raro riscontrare casi di soggetti che utilizzano le lenti a contatto solo per cambiare il colore dei propri occhi, facendone un uso prettamente estetico.

In qualunque caso, è di fondamentale importanza la manutenzione e la pulizia delle proprie lenti a contatto, considerando che vanno a collocarsi all’interno dell’occhio, in una zona particolarmente delicata e soggetta alle infezioni. Come fare dunque per mantenere pulite e conservare nel modo giusto le lenti a contatto? Ecco qualche dritta.

Prima di toccare le lenti sarebbe opportuno lavarsi accuratamente le mani, preferendo un sapone a base neutra. Può sembrare un’operazione banale o scontata, ma è di fondamentale importanza, se si pensa che quel pezzettino di plastica finirà direttamente nei nostri occhi.

Le lenti a contatto vanno accuratamente lavate e disinfettate prima e dopo l’uso. A questo proposito, esistono dei detergenti appositi a seconda del tipo di lente, che possono garantire il giusto grado di sterilità.

Il liquido per la disinfezione delle lenti non dovrebbe essere essere utilizzato dopo il 15esimo giorno dall’apertura, onde evitare che la contaminazione con l’ambiente esterno ne abbia compromesso lo stato. E’ per questo motivo che il flacone contenente il liquido andrebbe richiuso immediatamente dopo l’uso, poiché il beccuccio potrebbe essere attaccato da batteri nocivi per i nostri occhi.

Il contenitore porta-lenti dovrebbe essere lavato e disinfettato spesso (meglio se quotidianamente), come spesso andrebbe cambiato il liquido di conservazione.

Per fare in modo che le lenti a contatto durino nel tempo, bisognerebbe poi non sottoporle a contaminazioni inutili (vedi bagni in mare o in piscina) e proteggerle dai raggi diretti del sole tramite degli occhiali a lenti scure.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>