Come riutilizzare i fondi di caffè

di Gioia Bò 2

Come riutilizzare i fondi di caffè

Cosa c’è di meglio che cominciare la giornata con un buon caffè? E allora ecco la nostra caffettiera, la tazzina, lo zucchero, l’aroma che riempie la cucina regalandoci il più dolce dei buongiorno… E poi? E poi arriva il momento di lavare la caffettiera e di gettare nella spazzatura i fondi del caffè.

Deve necessariamente andare in questo modo? No, perché i fondi del caffè possono essere riciclati, riutilizzati in altri settori, sebbene sembrino inutili per qualunque altro uso. Continuate a leggere e scoprirete come riutilizzare al meglio i fondi del caffè, sia nella pulizia che in giardino.

Forse non tutti sanno che il caffè può essere usato alla stregua di uno sgrassatore. Può capitare che mentre svolgete le vostre faccende domestiche o mentre cucinate le mani vi restino unte o grasse. Ebbene, i fondi del caffè sono ottimi per eliminare ogni traccia di grasso o di unto. Provate a passarne una piccola quantità sulle mani, quindi lavatele con acqua tiepida ed una goccia di sapone e vedrete che il grasso e l’unto spariranno in men che non si dica.

I fondi di caffè sono utili anche per la pulizia della casa e – in particolare – dei mobili. Se ci sono delle macchie persistenti (specie se dovute a sostanze a base di zucchero), basterà inumidire un panno morbido, passarlo sui fondi del caffè e poi strofinare delicatamente la superficie del mobile. I risultati saranno sorprendenti!

E ancora. Può capitare che nelle pentole restino degli odori dopo la cottura di alcuni alimenti (vedi ad esempio il pesce). La soluzione? Basta sfregare sulle pareti interne della pentola una certa quantità di fondi di caffè ed il cattivo odore resterà solo un ricordo.

Ricordiamo infine che i fondi di caffè possono essere utilizzati in giardino per la concimazione delle piante. Basta mescolarli alla comune terra et voilà… il fertilizzante è pronto!


Commenti (2)

  1. I fondi del caffè sono eccellenti anche come esfoliante per il corpo, lasciano la pelle morbidissima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>