Come scegliere il condizionatore

di Daniela 1

scegliere il condizionatore

Con il caldo di questi giorni difendersi dall’afa diventa sempre più difficile; se molta gente preferisce il “vecchio” e caro ventilatore, altrettanti preferiscono affidarsi al condizionatore che, oramai, non è più un prodotto così inarrivabile come qualche anno fa: nella grande distribuzione si trovano condizionatori per tutte le tasche. Ma quali sono le caratteristiche che deve avere un buon condizionatore? Dopo il salto, ecco una guida alla scelta.

In commercio si trovano diversi tipi di condizionatori, ovviamente, minori saranno le funzioni e minore sarà il prezzo; tuttavia, un condizionatore propriamente tale deve, almeno, raffreddare, deumidificare e ventilare gli ambienti; alcuni hanno anche la possibilità di riscaldare in ambiente.

Il condizionatore che ha la funzione di raffreddamento e deumidificazione è particolarmente utile perché oltre ad avere il tanto sospirato refrigerio, si otterrà anche la deumidificazione dell’aria e, quindi, non si percepirà la sensazione di afa. Questa funzione è particolarmente utile soprattutto perché, una volta attivata, l’ambiente risulterà piacevolmente fresco ma senza eccessivi sbalzi di temperatura tra l’ambiente interno e quello esterno.

Negli ultimi anni alla tradizionale tecnologia “On-Off”, si è affiancata quella chiamata “Inverter”, c così come sono cambiati i gas all’interno del climatizzatore. Premettendo che è bene acquistare sempre apparecchi di classe energetica A o superiore, scopriamo quali sono le sostanziali differenze tra i due tipi di condizionatori.

Il climatizzatore On-Off è quello, per così dire, più semplice ed economico; è adatto ad essere usato in casa, in quanto non deve essere tenuto accesso a lungo, cinque o sei ore al massimo, e non dovete riscaldare ambienti molto grandi; l’unico neo è che questo tipi di apparecchio potrebbe essere un po’ rumoroso anche se duraturo.

Il condizionatore Inverter è quello dotato di una tecnologia che perdette di rimanere sempre in funzione, pur se al minimo, una volta raggiunta la temperatura impostata; è adatto per ambienti nei quali il raffreddamento debba avvenire più di sei ore al giorno. Questo tipo di apparecchio è piuttosto silenzioso e di solito comprende anche la funzione di riscaldamento.

 

Photo Credit | Thinkstock


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>