Come sistemare un ufficio in casa

di Gioia Bò 0

Come sistemare un ufficio in casa

La crisi economica ha portato ad un radicale cambiamento delle abitudini degli italiani, anche e soprattutto dal punto di vista lavorativo. Inutile dire che molti lavoratori si sono ritrovati senza stipendio, mente altri hanno dovuto fare i conti con ristrette alle quali non erano abituati. Ecco dunque l’esigenza di risparmiare su tutto, anche sul costo dell’affitto dell’ufficio, ritenuto ormai un lusso per un gran numero di liberi professionisti. Di qui il dilagare della moda (o necessità) dell’ufficio in casa, comodo e – soprattutto – economico, capace cioè di ridurre almeno una spesa. Ma come sistemare un ufficio all’interno delle mura domestiche? Ecco qualche consiglio.

La prima cosa da fare è quella di trovare una stanza o almeno un angolo che possa offrire i comfort dell’ufficio. Se avete una stanza inutilizzata all’interno dell’appartamento, il problema non si pone neppure, ma i nostri consigli sono rivolti anche a coloro che non hanno molto spazio a disposizione. L’importante è scegliere la stanza meno rumorosa della casa, ma anche la più accogliente, nel caso il vostro ufficio sia frequentato dai clienti. Che sia la cucina, il soggiorno, la camera da letto o un sottoscala poco importa.

L’importante è attrezzare lo spazio come se fosse un ufficio vero e proprio, con tanto di scrivania, pc, stampante, fax e telefono, scaffali e tutto ciò che occorre per ospitare l’eventuale clientela. La scrivania deve essere alta non meno di 70 centimetri, mentre la sedia dovrebbe essere di altezza regolabile, in modo che una volta sistemata vi permetta di sistemarvi con le ginocchia che formano un angolo di 90 gradi.

Di fondamentale importanza è poi l’illuminazione, che deve creare un ambiente accogliente ma anche adatto ad ospitare il vostro lavoro per molte ore. Se non potete contare sull’illuminazione naturale (una finestra ad esempio), fate in modo che l’ambiente sia comunque molto luminoso, anche per evitare problemi alla vista dovuti alle molte ore di lavoro. Insomma, trasferire l’ufficio all’interno della propria casa è possibile, ma rispettando tutte le regole del caso e creando un ambiente confortevole per sé e per gli altri.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>