Come sverniciare il legno

di Gianni Puglisi 1

Come sverniciare il legno

Se volete dar nuova vita alle persiane o magari rimettere in sesto quel mobile che si sta scrostando, non è sufficiente provvedere ad una nuova verniciatura, ma bisogna prima adoperarsi affinché la vecchia vernice venga completamente rimossa dai supporti in legno.

Come fare allora per ottenere un legno “vergine” da trattare come più ci piace? In commercio esistono diversi prodotti, ma se proprio volete risparmiare e cimentarvi con metodi “naturali”, potete provare con l’utilizzo di soda caustica, in assoluto il metodo migliore per raggiungere l’obiettivo desiderato.

Cominciamo col dire (e vi preghiamo di tenerne conto prima di qualunque operazione) che si tratta di un metodo che ha una sua pericolosità, in quanto la soda caustica è altamente corrosiva. Prima di mettere le mani in pasta, dunque, sarà bene munirsi di tutte le protezioni necessarie, vale a dire, mascherina, guanti ed occhiali.

Di fondamentale importanza è anche il luogo ove si opera, possibilmente all’aria aperta ed a distanza di sicurezza da superfici che potrebbero rovinarsi. Ora cominciamo con il lavoro vero e proprio, versando la soda caustica in un contenitore di metallo ed aggiungendo dell’acqua calda.

Quando la soda comincerà a ribollire, sarà ora di immergere un pennello e cominciare a passarlo sulla superficie da trattare in modo uniforme ed abbondante. A questo punto la vernice del legno dovrebbe cominciare a raggrinzire, ma se così non fosse basta aggiungere dell’altra soda per ottenere l’effetto desiderato.

Il consiglio è quello di lavorare in velocità, in modo che la soda caustica non abbia il tempo di asciugarsi, agendo con efficacia sulla vernice e facendola cadere. Potrebbe accadere poi che in alcuni punti la vernice stessa sia difficile da eliminare, rendendo indispensabile l’uso di una spazzola con setole di plastica dura, da passare con delicatezza per non rovinare il legno.

Una volta ottenuto un risultato soddisfacente si deve risciacquare il tutto, agendo con tempestività, poiché la soda caustica continua ad agire anche a distanza di tempo. Ora basterà lasciare asciugare in profondità e poi procedere con la nuova verniciatura.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>