Come fare il nodo alla cravatta

di Gianni Puglisi 0

Imparare a fare il nodo alla cravatta è molto importante, perché è quello che ci permette di avere un look raffinato in tutte le occasioni. Attenzione, però, perché i nodi non sono tutti uguali. Ecco quindi i consigli per realizzare i principali passaggi. Prima cosa: mettetevi davanti a uno specchio.

Come fare il nodo alla cravatta

Nodo semplice

Il nodo semplice è il grande classico dei nodi per cravatta. Si adatta a tutti colli e a tutte le cravatte. Alzate il collo e fate girare la cravatta: primo passaggio al di sotto del collo, incrociate la gamba sulla gambetta, fate scivolare la gamba sotto la gambetta. Riportate in seguito la gamba sulla gambetta, fate passare la gamba verso l’alto sotto la cravatta, posizionando il vostro indice nel nodo in formazione. Togliete il vostro indice e fate scivolare la gamba nell’anello. Ultimo passaggio: tenete ferma la gambetta. Tirate delicatamente sulla gamba per stringere l’anello. Aggiustate il nodo e poi fatelo risalire fino all’ultimo bottone del collo.

Doppio Nodo

È simile al primo, ma leggermente più complicato nell’esecuzione. Alzate il collo e fate scivolare la cravatta. Le due estremità della cravatta devono essere posizionate in modo asimmetrico. La gamba deve essere ben più lunga della gambetta. Il primo passaggio consiste nel passare una prima volta la gamba della cravatta attorno alla gambetta, poi dovete passare una seconda volta la gamba attorno alla gambetta. Posizionate la gamba verso l’alto, sotto la cravatta, e fatela scivolare nell’anello chiuso formatosi con la prima o la seconda rotazione. Aggiustate infine il nodo ottenuto, fatelo risalire e posizionatelo al centro del collo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>