Come prevenire la formazione di muffa in casa

di Valentina Cervelli Commenta

Come prevenire la formazione di muffa in casa? Per quanto anche gli agenti atmosferici facciano la sua parte, tanto quanto la posizione della propria abitazione, vi sono degli accorgimenti che possono essere presi per evitare questo problema.

Ricordiamolo: la muffa è un fungo pluricellulare che cibandosi dell’umidità tende a manifestarsi quando la stessa è più alta del 55%, vi è un forte scarto tra interno ed esterno, non vi è illuminazione e vi è scarsa areazione. Riuscire a far mancare queste condizioni è uno dei punti chiave per prevenire la sua manifestazione: cosa bisogna fare quindi? La prima cosa in assoluto è quella di arieggiare gli ambienti aprendo finestre e persiane almeno per 5 minuti al giorno e specie d’estate, quando possibile, è consigliato aiutare la formazione di correnti ventilate tra le varie stanze.

E’ poi necessario evitare di mantenere i locali al buio lasciando entrare la luce solare, odiata dalla muffa, all’interno della casa e tentare di non creare un forte divario di temperatura tra interno ed esterno. Non è facilissimo, come è difficile evitare che si alzi troppo l’umidità. In caso di necessità è da prendere in considerazione l’acquisto di un deumidificatore che si occuperà di “recuperare” l’eccesso di acqua nell’aria. Dovrebbe essere inoltre evitato il mettere i panni bagnati ad asciugare all’interno: essi favoriscono l’aumento dell’umidità e per tale motivo è bene rinunciare a questa abitudine.

Anche le piante possono rappresentare un problema: questo non vuole dover rinunciare al proprio pollice verde: basta regolarsi in quantità e qualità per ciò che concerne la loro presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>