Come riconoscere e curare la lombalgia

di Gianni Puglisi 0

La lombalgia è un disturbo che colpisce la zona lombare tipica dell’invecchiamento della colonna vertebrale. È il primo stadio di una malattia degenerativa e provoca un forte dolore. Molto spesso la forma acuta è chiamata anche colpo della strega, in modo inappropriato perché in quel caso non ci si riferisce a un dolore scheletrico ma muscolare. Resta il fatto che la sintomatologia è molto simile. Come si riconosce?

Come riconoscere e curare la lombalgia

  • Sei bloccato con un forte mal di schiena: rimanere per uno-due giorni: un farmaco può alleviare il dolore, ma se la situazione non migliorasse occorre l’intervento di un medico a domicilio.
  • Se il dolore si estende alla gamba, il dolore ha colpito anche il nervo sciatico: in questo caso si richiede un antidolorifico e l’intervento del medico il prima possibile;
  • In caso di dolori sordi che si acutizzano improvvisamente, si tratta di una lombalgia cronica: i farmaci da banco sono inutili, occorre prendere provvedimenti per una cura a lungo termine.

Come si cura? Bisogna controllare il dolore con i farmaci. Superata la fase acuta è necessario fare fisioterapia. Ottimo anche lo sport, per esempio il nuoto, che rinforza la muscolatura della schiena senza sovraccaricarla. Esiste poi una nuova terapia, rivolta ai pazienti giovani (meno di 40 anni) e sportivi. Si tratta dell’artroplastica lombare e consiste nel sostituire completamente il disco ormai non più funzionante con un disco artificiale. Questo approccio è disponibile solo in due centri in Italia: uno a Milano, all’Istituto Ortopedico Galeazzi, e l’altro a Roma, al Presidio Ospedaliero San Filippo Neri. L’operazione dura dai 50 ai 60 minuti, eseguita in anestesia generale.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>