Come scegliere impresa edile: i preventivi

di Valentina Cervelli Commenta

Ristrutturazioni e costruzioni ex novo possono rivelarsi un problema importante per coloro che hanno bisogno di eseguire degli interventi ma che non hanno idea di come selezionare un’impresa edile.

La scelta della giusta squadra di lavoro passa per l’analisi di diversi fattori, sia relativi al progetto che deve essere eseguito, sia relativi alla manodopera ed alla gestione della sicurezza del cantiere. I costi, ovviamente, saranno legati non solo alla lista di voci appena elencata ma anche al materiale utilizzato.

Investire per il futuro

I lavori edili o di ristrutturazione possono rivelarsi molto costosi ma devono essere calcolati come un investimento per il futuro: maggiore sarà la qualità dell’intervento, più a lungo sarà possibile godere dei benefici ottenuti da lavoro stesso. Eseguire una valutazione adeguata consentirà di poter selezionare l’offerta migliore, partendo dall’assunzione di un’impresa di costruzioni che sia in grado di rispondere a tutte le esigenze del commissionante in modo esaustivo ed al top.

Selezionare le persone giuste passa ovviamente attraverso la scelta del migliore preventivo: il consiglio è quello di valutare con attenzione quelli che sono i servizi offerti ed il loro costo raccogliendo il numero più alto possibile di prospetti utili a prescindere dalla fascia di prezzo d’appartenenza. E’ importante:

  • ricercare uno specialista nel settore
  • richiedere il portfolio dei lavori precedenti dell’impresa edile
  • analizzare più preventivi con attenzione
  • informarsi sulla tempistica.

Il preventivo, specchio dell’impresa

Il preventivo, all’atto della selezione di un’impresa edile, è la carta d’identità che serve al committente per selezionare la squadra più adatta alle proprie esigenze. Questo significa che all’interno dei prospetti consegnati all’investitore non devono mai mancare:

  • prove di regolarità della ditta
  • dettaglio costi materiale
  • costi manodopera
  • piano di sicurezza dei lavori
  • costi vivi da affrontare
  • disponibilità temporale
  • costi gestione legale dei lavori (permessi).

Altro fattore di cui tenere da conto è l’esperienza delle ditte edili che si valuteranno: maggiore sarà la stessa in termini di tempo, più alte saranno le possibilità che i tempi vengano rispettati e che il lavoro eseguito risulti perfetto.

Importante verificare i documenti

La regolarità delle imprese di costruzioni è uno dei punti più importanti da verificare di qualsiasi preventivo. Ecco quale è la documentazione che una comune impresa edile con meno di 200 uomini e al lavoro con meno di 20o giorndi di lavoro previsti deve presentare:

  • certificato di iscrizione alla Camera di Commercio Industria, Agricoltura e Artigianato
  • autocertificazione sul contratto di lavoro applicato ai lavoratori
  • il DURC, il Documento Unico di Regolarità Contributiva, che attesta la regolaritá dei contributi versati dall’impresa.

In caso di squadre dotate di più di 200 uomini o che devono lavorare per più di 200 giorni, devono essere presenti sul posto di lavoro:

  • il POS, Piano Operativo di Sicurezza con tutte le informazioni sulla sicurezza del cantiere
  • il Documento di Valutazione dei Rischi
  • il DURC
  • i contratti di lavoro
  • dichiarazione nella quale si attesa che l’impresa non è sottoposta a provvedimenti di interdizione.

Se tutto risulterà in ordine sarà possibile eseguire una scelta corretta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>