Come applicare lo smalto semipermanente

di Gianni Puglisi 2

Avere mani in ordine non è semplice e molto spesso lo smalto appena applicato si sbecca. A volte siamo frettolose, a volte le cose da fare sono davvero troppe per avere rispetto di una manicure appena fatta. Qual è la soluzione? Applicare lo smalto semipermanente, durevole per quasi due settimane e decisamente più pratico per chi con le mani ci lavora. Come fare?

Come applicare lo smalto semipermanente

La prima cosa da fare è procurarsi il kit di prodotti necessari. Quali sono? Un semipermanente monofasico, uno smalto colorato semipermanente o in gel, un primer, un pennello, un remover, che serve ad ammorbidire il gel che poi verrà limato per toglierlo definitivamente, una lampada per asciugare lo smalto, un buffer (lima opacizzante per unghie) e della cellulosa per pulire unghie e pennelli.

  • Fate una classica manicure danno alle unghie la forma che desiderate e soprattutto livellandole correttamente e in modo uniforme.
  • Applicate il primer che favorirà l’attecchimento e la durata dello smalto gel. Lasciatelo asciugare all’aria per 5-10 minuti.
  • Ora stendere lo smalto e catalizzarle per 2 minuti UV tutte le unghie, una volta finito fate lo stesso con lo smalto colorato.
  • Al termine dell’applicazione e dell’asciugatura, mettete un top coat che sigillerà lo smalto e fatelo pure asciugare all’aria.
  • Et voià, la manicure è fatta e dovrebbe restare in ordine almeno un paio di settimane.

 

Quali sono le cose da ricordare? Non siete delle estetiste ma è molto importante avere rispetto dell’igiene. Tutti i “ferri” utilizzati vanno puliti e igienizzati. Ricordate di lavarvi bene le mani con un prodotto igienizzante anche prima di mettere lo smalto.

 


Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>