Come fare una buona manicure fai da te

di Valentina Cervelli Commenta

Come fare una buona manicure fai da te? Talvolta si possono ottenere risultati professionali anche occupandosi da soli di alcune tipologie di “manutenzione”, soprattutto se si parla di mani, unghie ed affini. Ecco cosa fare.

come eliminare ricostruzione unghie acrilico da soli

La prima cosa da fare è prendersi letteralmente cura delle unghie e questo significa utilizzare creme idratanti per le mani, eseguire saltuariamente degli scrub e utilizzare delle maschere in tessuto in grado di nutrire. Per ciò che concerne le unghie è inoltre importante curare eventuali pellicine ed utilizzare la lima di cartone per tenere in misura la lunghezza. Una buona manicure (fai da te o no) passa senza dubbio attraverso l’apposizione dello smalto: in questo caso non bisogna mai dimenticare il base coat che non solo protegge le unghie evitando che ingialliscano ma rende anche più facile stendere lo smalto, il quale dovrà essere selezionato del colore desiderato ma della giusta densità.

Se lo stesso sarà troppo liquido il risultato potrebbe venire striato mentre se troppo denso potrebbe volerci tanto per asciugare: se possibile vanno predilette le marche che offrono risultati ottimali con una sola passata.  Una volta fatto ciò bisogna passare il top coat: assunto valido sia per i classici smalti che per quelli semipermanenti: esso protegge il colore assicurando una più lunga durata fissandolo. E’ importante dare anche a questo il giusto tempo per asciugare. Se andate di fretta prediligete prodotti a veloce asciugatura, mentre se utilizzate il semipermanente bastano due minuti sotto la lampada UV per ottenere un’asciugatura perfetta e duratura nel tempo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>