Come aprire un campeggio

di Gianni Puglisi 1

Come aprire un campeggio

Sono in notevole aumento i turisti che scelgono il campeggio come meta per le proprie vacanze, un po’ per lo spirito di avventura ed un po’ per i costi ridotti rispetto ad un albergo o ad un villaggio vacanze. E allora perché non approfittare di questa rinnovata passione per farne un attività lavorativa di successo? Aprire un campeggio non è poi così difficile e non occorre essere in possesso di chissà quali requisiti. E allora vediamo insieme come aprire un campeggio e guadagnare bei soldini con la nostra attività.

Come aprire un campeggio

Come detto non occorre essere in possesso di requisiti particolari e neanche avere in tasca chissà un titolo di studio specifico. Va da sé, però, che il solo fiuto per gli affari non porta da nessuna parte e che sarebbe opportuno avere qualche conoscenza particolare nel campo del turismo e parlare almeno una lingua straniera. Le capacità gestionali sono poi di fondamentale importanza, a meno che non si voglia veder fallire la propria attività ancor prima di cominciare.

Passiamo ora all’aspetto pratico della questione, ovvero a tutto ciò che concerne l’allestimento vero e proprio del campeggio. Se avete un terreno di proprietà, siete già a metà dell’opera. In caso contrario dovete cercare l’area adatta ed prenderla in affitto, non prima di aver chiesto regolare licenza al comune di appartenenza. L’ampiezza dell’area dipende dalla vostra capacità di gestione e da quanti campeggiatori volete ospitare. Ricordate comunque che occorre allestire almeno un bagno ogni venti ospiti e che dovete garantire ai campeggiatori la presenza docce, spaccio, linea telefonica ed estintori.

Ovviamente non potete gestire l’intero campeggio da soli, a meno che non si tratti di un’area riservata a pochi intimi. Avrete bisogno di qualcuno che si occupi della reception, dello spaccio, della pulizia dei bagni e – volendo – di qualcuno che accompagni i campeggiatori nelle escursioni. Insomma, aprire un campeggio non è poi così difficile, ma occorre comunque una buona organizzazione per vere le giuste soddisfazioni nella nostra attività.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>